Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 13:05

Kosovo - Aiuti alle scuole dai militari italiani

Il generale Attilio Borreca - comandante della task force occidentale della Forza di pace multinazionale e della Brigata "Pinerolo" - ha inaugurato la nuova ala di un istituto primario ed un campo sportivo realizzati con i fondi "Cimic"
Kosovo - Inaugurazione con il generale Borreca PEC/PEJE (Kosovo) - Continuano le inagurazioni delle opere infrastrutturali portate a termine dal Cimic (cooperazione civile-militare) della Mntf-W, la Task Force a guida italiana con sede nella base "Villaggio Italia" in Belo Polje. La Mntf-W considera di preminente interesse tutte quelle attività rivolte a migliorare le condizioni di vita di questa regione. attraverso interventi mirati soprattutto nel settore scolastico e sanitario. In particolare nella municipalità di Decani/Decan la Kfor italiana nell'ultimo anno ha investito circa 187.000 euro in vari progetti.
Il comandante della Mntf-W, generale di Brigata Attilio Claudio Borreca (comandante anche della Brigata "Pinerolo"), è intervenuto a due inaugurazioni, riguardanti la nuova ala della scuola primaria "Rexhep Kandrjaj" nel villaggio di Rastavika ed il parco sportivo presso l'istituto scolastico "Lidhia e Prizrenit" in Decan.
Il primo progetto è costato circa 38.000 euro: è iniziato il 26 settembre del 2006 ed è stato completato il 25 marzo scorso. Ha visto l'ampliamento dell'edificio con due nuovi blocchi per un totale di 164 metri quadrati , e ciò permetterà agli scolari di una vasta area multietnica di evitare l'annoso problema degli estenuanti tripli turni scolastici.
La seconda opera - costata 19.000 euro - è stata portata a temine in 4 mesi di lavoro. Riguarda invece la realizzazione di un parco sportivo nell'ambito di una scuola primaria.
La partecipazione del comandante Borreca rappresenta ancora una volta la tangibile dimostrazione dell'impegno di Kfor teso non solo ad assicurare sicurezza e tranquillità alla popolazione kosovara, ma anche volto a migliorarne le condizioni economiche e sociali per favorire la ricostruzione di un clima di reciproca tolleranza fra le varie etnie.
Entrambe le cerimonie sono avvenuta alla presenza del sindaco della Municipalità di Decani/Decan Nazmi Selmanaj e del capo dell'Esecutivo della Municipalità, Hilil Tolaj.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione