Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 13:09

Voragine a Gallipoli, subito al lavoro

Sono state giudicate assolutamente urgenti e saranno avviate immediatamente le opere di risanamento. La voragine ha ingoiato 3 vetture. Circa 150 persone sono senza casa
Voragine Gallipoli GALLIPOLI (Lecce) - Sono stati giudicati assolutamente urgenti e saranno avviati subito i lavori per il risanamento dell'area nella quale a Gallipoli si è verificata una voragine che ha ingoiato tre vetture in sosta e ha costretto una quarantina di famiglie (circa 150 persone) a lasciare le proprie case.
E' stato stabilito nella riunione operativa, presieduta dal sindaco di Gallipoli, sen.Vincenzo Barba, che si è conclusa nel primo pomeriggio e che ha affrontato i problemi per i lavori necessari per arginare la voragine.
"Interveniamo subito - ha detto Barba - per arginare con immediatezza le evidenti lesioni, che potrebbero essere il segnale di ulteriori precipizi". Il sindaco ha spiegato anche che, dopo due giorni, sono stati rilevati "preoccupanti stacchi di massi".
L'urgenza dell'intervento è emersa - a quanto si è saputo - anche dopo che i deformometri, posizionati la notte scorsa nella voragine, per rilevare l'andamento delle lesioni hanno posto in evidenza, che è urgente riempire i vuoti sottostanti gli spigoli di alcune palazzine.
"Come comitato tecnico - ha detto il comandante del Vigili del Fuoco di Lecce, Antonio Tuzzolo - abbiamo consigliato il sindaco su come agire e che cosa fare. Il sindaco sottoscriverà una delibera per cui viene dato incarico ad un'impresa di calcestruzzo di fare un riempimento sotto le due palazzine, attualmente in pericolo. Questa è l'azione d'urgenza da fare nell'immediato. Una volta consolidata quella zona, si vedrà con più calma come intervenire per tutto il resto dell'attuale voragine, così come per le altre grotte che ci sono nell'area intorno".
Il riempimento - ha spiegato Tuzzolo - deve essere fatto con tecniche particolari per potere arrivare a distanza a portare il materiale. La soluzione ideale è quella di utilizzare il calcestruzzo, che può essere collocato in opera, ma tenendosi a debita distanza con i mezzi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione