Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 23:51

Ovadia apre i Canti di passione nella Grecìa

Fino al primo aprile nelle Chiese dei comuni di Galatina e Alessano, oltre 200 musicisti da tutta l'area del Mediterraneo, si confronteranno con i maggiori esecutori salentini
LECCE - Con lo spettacolo 'Kavanah' che Moni Ovadia presenterà nella chiesa di Santa Maria della Neve accompagnato dall 'Arkè String Quartet', parte domani a Cutrofiano (Lecce) la quarta edizione dei 'Canti di Passionè, la manifestazione dedicata al recupero e alla esecuzione dei canti devozionali della passione di Cristo. L'iniziativa è stata promossa dall'Unione dei Comuni della Grecia Salentina e dalla Regione Puglia, in collaborazione con la Provincia di Lecce e l'istituto Diego Carpitella, ed è stata curata artisticamente da Luigi Chiriatti e Gianni De Santis.
Nel darne notizia con un comunicato gli organizzatori ricordano che fino al primo aprile nelle Chiese dei comuni della Grecia Salentina, di Galatina e Alessano, oltre 200 musicisti di congreghe, cori ed ensemble, impegnati da anni nello studio delle musiche religiose di tradizione orale, provenienti da tutta l'area del Mediterraneo si confronteranno con i maggiori esecutori salentini dei Canti di Passione. Tra gli ospiti anche Ambrogio Sparagna e Nabil, voce dei Radiodervish.
Sempre domani, nella Biblioteca di Cutrofiano si terrà un incontro con Giacomo Mojoli, portavoce internazionale di Slow Food, e Antonello Del Vecchio, governatore di Slow Food Puglia, che presenteranno l'iniziativa 'To fai priko' - il cibo amaro (della passione)' che è allegata ai 'Canti della Passione' perché - ricordano gli organizzatori - nella Grecia salentina «il cibo ha ancora una memoria, ha ancora una storia, possiede un'identità».

I ristoratori che hanno aderito presenteranno ai clienti accanto al menù base, il menù della passione con ricette selezionate da Slow Food ('Minestra alla castriota', 'fae e fogghie', 'muerzi', 'cialicurda' e 'ciceri e tria').
Martedì 27 marzo, nel Convento dei Monaci Cistercensi è in programma un incontro sulle 'Musiche Religiose d'oggi: il canto popolare sacro. Esperienze a confrontò, un convegno che vedrà la partecipazione di esperti, nazionali ed internazionali, che analizzeranno il fenomeno di conservazione delle tradizioni musicali legate ai riti della Passione. In occasione dell'iniziativa, infine, saranno allestite a Palazzo Raho a Zollino e nel Castello Baronale De Gualtieris a Castrignano dei Greci mostre fotografiche sui 'Riti della Settimana Santa' di Taranto aperte al pubblico dal 29 marzo prossimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione