Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 02:04

Le 60mila ore di volo dei Tornado

Festa dell'Aeronautica militare al 156° Gruppo di volo del 36° Stormo di Gioia del Colle (Bari), con l'intervento del generale Tommaso Ferro e del colonnello Antonio Conserva
Aeronautica miltiare italiana - Tornado Special Colors GIOIA DEL COLLE - Si è svolta sull'aeroporto militare di Gioia del Colle la cerimonia delle 60.000 ore di volo prodotte e volate sul velivolo Tornado Ids del 156° Gruppo Volo.
Il 18 giugno del 1984, provenienti da Ghedi - dove il Gruppo si era rischierato per la conversione sul nuovo velivolo - atterrarono sull'Aeroporto Militare di Gioia del Colle i primi cinque PA200 Tornado IDS assegnati al 36° Stormo. Ha così avuto inizio un lungo periodo, caratterizzato da innumerevoli impegni operativi quali la partecipazione alla guerra del Golfo, le operazioni Nato in ex Jugoslavia "Sharp Guard", "Deliberate Guard" e "Deliberate Force". È storia recente invece la partecipazione all'operazione "Allied Force", nella quale i Tornado del 156° Gruppo hanno operato con missioni di bombardamento di tipo "Cas" (close air support - interdizione sul campo di battaglia) e "Bai" (battlefield air interdiction - interdizione sul campo di battaglia) in Serbia e Kosovo.

La giornata, occasione d'incontro di quanti hanno scritto le pagine della Storia del 156°Gruppo e del Centro Manutenzione, ha avuto il suo prologo con l'incontro degli ex presso il Circolo Ufficiali. Successivamente i radunisti hanno raggiunto il Cinema aeroportuale dove - dopo il saluto del colonnello Antonio Conserva, comandante del 36° Stormo, e del generale di Divisione aerea Tommaso Ferro, "Lince" in servizio più anziana tra gli intervenuti - il ten. col. nav. Antonio Coppola, comandante del 156° Gruppo volo, ed il ten. col. GArs Vincenzo Russo, direttore del Centro manutenzione, hanno tenuto rispettivamente un briefing sulle attività del Gruppo volo e del Centro manutenzione.
Al termine i radunisti hanno raggiunto l'hangar del Centro manutenzione, quindi il piazzale Mike del 156° Gruppo dove si è svolta l'attività di volo della formazione Ids di sei velivoli. Il numero 1 della formazione non poteva che essere lo special color con la Lince, simbolo storico del Gruppo.
I velivoli hanno simulato attacchi al campo.
Il colore di fondo dello special color, nero opaco satinato, rappresenta la capacità di attacco notturna ed "all weather" del 156°Gruppo. Il velivolo, dalla linea aggressiva ed elegante allo stesso tempo, ha uno stile sicuramente unico nella storia dei velivoli commemorativi della Forza Armata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione