Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 11:29

Traffico di capi contraffatti dalla Cina

Finora ne sono stati sequestrati oltre 500.000. La Procura di Bari indaga su una presunta organizzazione che importerebbe "false griffe" per distribuirle a negozianti e extracomunitari
BARI - E' in corso da parte della Procura di Bari un'indagine su un'organizzazione criminale che importa in Italia merci con marchi contraffatti prodotte in Cina per distribuirle poi agli extracomunitari che le rivendono sulle bancarelle e, probabilmente, a titolari di negozi di tutta Italia.
Nel corso degli accertamenti militari della Guardia di Finanza hanno sequestrato finora oltre 500.000 capi contraffatti (borse, scarpe e capi di abbigliamento), container appena giunti in diversi porti italiani e capannoni adibiti a depositi in Puglia e in Toscana. Nel registro degli indagati sono stati iscritti i nomi di una quindicina di persone, quasi tutte extracomunitarie, accusate di gestire l'ingente traffico illegale di merci contraffatte.
Le indagini, coordinate dal pm inquirente Renato Nitti, sono svolte da militari del comando provinciale di Bari della Guardia di Finanza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione