Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 04:19

Grave 17enne, operaio "in nero"

Lavorava in un cantiere di Corato (Bari), sequestrato dopo che è rimasto ustionato sul 95% del corpo. Scaricato da un'auto davanti al pronto soccorso - che poi si è dileguata - è stato portato d'urgenza in elicottero al "Cardarelli" di Napoli
pronto soccorso sanità ospedale ambulanze BARI - Un giovane di 17 anni è stato ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale "Cardarelli" di Napoli, per ustioni al 95% del corpo causate da una fiammata sprigionata da una saldatrice mentre era al lavoro in un cantiere edile a Corato (Bari). L'operaio, probabilmente impiegato al "nero", è stato abbandonato davanti al locale pronto soccorso da una persona che poi è fuggita a bordo di un'auto. I medici hanno fatto subito trasferire il ragazzo con un elicottero dei Vigili del fuoco nella struttura campana, dove è stato ricoverato con prognosi riservata. Un'inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trani, Achille Bianchi, accerterà le circostanze dell'infortunio. Il cantiere, alla periferia di Corato, è stato posto sotto sequestro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione