Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 07:49

Bari - Un nuovo portale sulla Salute

"Farmacisti Network" - progetto nato grazie ai Por Puglia 2002-2006 - sarà presentato il 17 marzo con l'intervento, fra gli altri, dell'assessore regionale Alberto Tedesco e del presidente dell'Ordine provinciale d'Ambrosio Lettieri
Farmaci BARI - La tutela della salute, per il suo carattere di universalità e per essere uno dei principali fattori di definizione della qualità di vita, presenta tutte le caratteristiche finalizzate al giovamento degli sforzi operati in ambito europeo, nazionale e delle autonomie regionali volte a far avanzare il livello della società dell'informazione.
Si inserisce in questa scenario di eventi "Farmacisti network". Si tratta di un progetto nato per realizzare una "Società della Conoscenza" , destinato a cittadini e farmacisti. Ai primi viene offerta la possibilità di avere informazioni aggiornate sui complessi temi inerenti il farmaco. I farmacisti, invece, avranno accesso ad informazioni e banche dati specializzate. Inoltre, superata la fase sperimentale del progetto ECM, i professionisti del settore potranno aggiornare periodicamente il proprio patrimonio di saperi scientifici attraverso la "formazione a distanza"
Il progetto innovativo è nato grazie al Piano Regionale per la società dell'Informazione P.O.R. Puglia 2002-2006 e sarà presentato a Bari all'Auditorium dell'Ordine dei Farmacisti (via Devitofrancesco 4/c) sabato 17 marzo alle ore 10.
Durante l'incontro, aperto al pubblico, verranno illustrati i diversi strumenti di cui questo innovativo progetto è composto: un portale, una piattaforma e-learning e un Contact Center.
Configurato per aree tematiche di informazione, il sito www.farmacistinetwork.it è già on line ed è facilmente consultabile grazie ad un percorso predefinito che permette di reperire una copiosa quantità di informazioni certificate e validate da un apposito pool di tecnici.
L'incontro del 17 marzo sarà occasione per conoscere anche le metodologie tecnico-scientifiche applicate per la creazione degli strumenti nonché i risultati ottenuti dalla loro sperimentazione.
A dare il benvenuto agli ospiti e a presentare il progetto, il dr. Luigi D'Ambrosio Lettieri, Presidente dell'Ordine dei Farmacisti di Bari; interverranno inoltre il dr. Mario Morlacco, Direttore Generale ARES Puglia; la prof.ssa Adriana Ceci, Direttore Consorzio Valutazioni Biologiche e Farmacologiche; prof. Marcello Ferappi, Preside della Facoltà di Farmacia dell'Università degli Studi di Bari, dr.ssa Rossella Miracapillo, Segretario Generale di Movimento Consumatori e Responsabile dell'Osservatorio Farmaci e Salute. Modererà il dibattito Enrica Simonetti, giornalista de "La Gazzetta del Mezzogiorno". Parteciperanno alla giornata conclusiva del progetto i Presidenti degli Ordini dei Farmacisti di Brindisi, Lecce, Taranto e Foggia.
La conclusione dei lavori è affidata al dr. Alberto Tedesco, Assessore Regionale alle Politiche della Salute.

Gestito attraverso un A.T.S. (Associazione Temporanea di Scopo) il cui ente capofila è l'Ordine dei Farmacisti di Bari, Farmacisti Network è un progetto i cui partner sono gli Ordini dei Farmacisti di Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto, Mediterranea Associazione per lo Sviluppo Locale, Grifo Multimedia s.r.l. e Medea s.r.l.

«Si tratta di una sfida volta alla gestione di una più diffusa e completa informazione dei cittadini - dice il Presidente dell'Ordine dei Farmacisti di Bari, dott. Luigi D'Ambrosio Lettieri - che si basa sull'utilizzo di tecnologie avanzate (informatiche e dell'informazione), con lo scopo di migliorarne la qualità di vita attraverso la partecipazione informata ai processi di sviluppo. Lo sviluppo di una sanità migliore e più efficiente - continua il Presidente - passa necessariamente anche da una maggiore informazione degli utenti e da un costante aggiornamento professionale degli operatori. Il progetto è un piccolo contributo degli Ordini professionali in questa direzione: uno sforzo da proseguire con tenacia e impegno in collaborazione con le Istituzioni e con le organizzazioni dei cittadini».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione