Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 09:56

«Dammi casa tua», picchia connazionale

È accaduto a San Giovanni Rotondo (FG) dove i carabinieri hanno arrestato due cittadini della Romania con l'accusa di tentato omicidio di un loro connazionale
FOGGIA - Pretendeva di vivere nell'abitazione di un suo connazionale e per questo, con l'aiuto di un amico, lo ha picchiato riducendolo in fin di vita. È accaduto a San Giovanni Rotondo dove i carabinieri hanno arrestato due cittadini della Romania con l'accusa di tentato omicidio, Iohel Ilies e Ion Grigorat, entrambi di 20 anni. La vittima è un romeno di 35 anni, ricoverato in prognosi riservata all'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza. Secondo quanto accertato dai militari, Ilies voleva l'appartamento dove viveva il 35enne con sua moglie per potersi trasferire con la sua fidanzata. E cosi la scorsa notte i due dopo essere entrati con la forza nell'abitazione, lo hanno atteso trattenendo la compagna. Al suo arrivo lo hanno picchiato con calci e pungi per due ore consecutive. Quando i carabinieri hanno fatto irruzione nell'appartamento, i due stavano colpendo la vittima al volto con una bombola di gas. Immediatamente i militari hanno arrestato uno dei due, mentre l'altro, riuscito a fuggire, è stato rintracciato e fermato poco dopo con i vestiti ancora sporchi di sangue.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione