Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 15:00

1,4 miliardi per le infrastrutture pugliesi

Accordo tra il ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro, e i vertici della Regione. Verranno anche finanziati il nodo ferroviario di Bari e i porti di Taranto e Brindisi
BARI - Un accordo che prevede l'assegnazione di circa un miliardo e 400 milioni di euro alla Puglia per la realizzazione di una serie di opere nel campo delle infrastrutture - riguardano tra l'altro il sistema viario e quello dei trasporti - è stato sottoscritto oggi in un incontro tra il ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro, e i vertici della Regione Puglia. Si tratta di un accordo preliminare per l'assegnazione delle risorse finanziarie inerenti il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 per la programmazione e l'utilizzazione dei fondi strutturali comunitari, per un totale di 1.393,13 miliardi di euro.
I fondi - spiega una nota del ministero - sono stati ripartiti tra opere viarie, ferroviarie e sistemi urbani, portuali e aeroportuali e coprono interventi in tutte le Province della Puglia. Tra le più importanti, il nodo ferroviario di Bari, le ferrovie del Sud-Est e i porti di Taranto e Brindisi.
"E' bene ricordare - ha detto il ministro al termine dell'incontro - che quelle di cui abbiamo discusso oggi sono risorse aggiuntive, che vanno a sommarsi ai fondi stanziati in Finanziaria, a quelli previsti in Legge Obiettivo, ai piani pluriennali Anas e Rfi e ai fondi della Regione, con la quale abbiamo collaborato proficuamente per la definizione e la finalizzazione delle priorità. Gli interventi individuati oggi ci permettono di avviare e portare a compimento una serie di opere che serviranno allo sviluppo economico della Regione".
Nel corso dell'incontro si è anche affrontata la questione della statale 275 nel tratto da Maglie a Santa Maria di Leuca.
"La Regione Puglia - ha spiegato Di Pietro - ha confermato il proprio impegno a finanziare quell'opera, secondo il progetto che sarà definito nell'ambito della Conferenza dei Servizi e approvato dal Cipe. A tal fine, l'amministrazione regionale si è impegnata a far pervenire quanto prima le sue prescrizioni, che faranno proprie quelle espresse dalla Provincia di Lecce".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione