Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 09:34

Taranto - Al Comune stipendi in arrivo

Schiarita per circa 2mila persone colpite dal crack finanziario, annunciata dal Commissario straordinario Blonda. «Venerdì verrà messa in pagamento la mensilità di gennaio». Sono a disposizione 8 milioni
Comune Municipio Taranto TARANTO - Schiarita per gli stipendi arretrati ai dipendenti del Comune di Taranto, circa 2mila persone tra diretti ed indiretti. Venerdì sarà messa in pagamento la mensilità di gennaio e contestualmente saranno liquidate anche le fatture delle imprese appaltatrici con le quali queste ultime potranno a loro volta pagare il personale dell'indotto che è in credito della mensilità di dicembre 2006. Sono le novità emerse sul fronte stipendi, annunciate stamani in una conferenza stampa a Palazzo di Città dal Commissario straordinario del Comune di Taranto, Tommaso Blonda. Blonda ha fatto riferimento ad una comunicazione giunta questa mattina dalla Banca Popolare di Puglia e Basilicata, tesoriere del Comune, con la quale si dà appunto notizia dell'arrivo di 8 milioni di euro. «In questo modo - ha annunciato Blonda - potremo non solo garantire le retribuzioni al personale diretto ed indiretto ma anche i servizi essenziali della pubblica amministrazione. Abbiamo evitato una situazione di paralisi per la città, nonché rassenerate le tensioni che giustamente si stavano accendendo tra gli stessi dipendenti privi della retribuzione».
«L'Amministrazione - ha precisato Blonda- è anche nelle condizioni di provvedere, magari non proprio il 27 ma nei giorni immediatamente successivi, al pagamento della retribuzione di febbraio, in quanto sono in arrivo i trasferimenti da parte del Ministero dell'Interno». Quest'ultimo riferimento di Blonda è legato all'arrivo da parte del Viminale, a valere sui trasferimenti statali del 2007, di una somma pari a 18,8 milioni, così come deciso dal vertice svoltosi giorni fa in Prefettura a Taranto. «Abbiamo sbloccato l'impasse che si era determinato nelle ultime ore dando un segnale di attenzione alla città e di disponibilità al sociale - dichiara a sua volta Errico Ronzo, direttore generale della Popolare di Puglia e Basilicata - a fronte del Comune che non annullava tutte le precedenti richieste di anticipazione di cassa, così come convenuto negli incontri a Taranto e Roma, la Banca ha deciso di considerare essa stessa decadute le precedenti richieste, e quindi di dar corso all'anticipazione di 8 milioni. I mandati di pagamento sono già in lavorazione e stiamo facendo di tutto poter accelerare la corresponsione degli stipendi ai dipendenti del Comune di Taranto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione