Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 08:20

Bari - Lucio Dalla con la Sinfonica

Sabato 17 febbraio al "Teatroteam" il concerto del noto cantautore con l'Orchestra diretta dal maestro Leonardo Quadrini. In programma, le sue canzoni più note
Lucio Dalla BARI - Dopo il concerto dello scorso novembre a Roma con la Royal Philharmonic Orchestra, Lucio Dalla si esibisce, in via del tutto eccezionale, con l'Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari che, per l'occasione, si presenterà con un organico di 80 professori diretti dal maestro Leonardo Quadrini. Lo spettacolo si terrà domani, sabato 17 febbraio, al Teatroteam.
Si tratta dell'appuntamento clou della programmazione 2007 dell'Orchestra che si avvale anche quest'anno della presenza di grandi artisti contemporanei.
Quella sinfonica non è un'esperienza completamente nuova per Dalla. «Ciò che non muta, è destinato a morire»: è lo stesso Lucio Dalla a spiegare, con questa breve battuta, il motivo che lo ha spinto a rileggere alcune delle sue canzoni più note in una veste sinfonica.
Il programma allestito ripercorre alcuni dei momenti più luminosi della carriera di Lucio Dalla che, com'è noto, ha preso l'avvio nel 1964. Tra i brani in scaletta il celeberrimo "4 marzo 1943", che Dalla incise per la prima volta nel 1969 e che lo vide debuttare anche al Festival di Sanremo, "Piazza Grande" (1971), "L'anno che verrà" e "Anna e Marco" (1979), "Futura" e "La sera dei miracoli" (1980), "Se io fossi un angelo" (1985), "Caruso" (1986), "Attenti al Lupo" (1990), che può vantare il record di quasi 1.400.000 copie vendute in Italia, "Tu che non mi basti mai", e "Canzone" (1996), "Henna" (1994), "Amore disperato" (2003).
Il cartellone dell'Orchestra Sinfonica, che si conferma l'istituzione pubblica più attiva in campo musicale non soltanto della Puglia, prevede ben 30 nuove produzioni, i progetti con le scuole del territorio per la diffusione della musica fra i giovani e il rinnovato accordo con la Guardia di Finanza per l'utilizzo, anche per quest'anno, dell'Auditorium della Cittadella, attendendo la riapertura dell'Auditorium "Nino Rota".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione