Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 09:55

Bollette impazzite: denunce a Lecce

Le segnalazioni giunte allo Sportello dei diritti. «A disposizione dei cittadini ingiustamente frodati, presso i locali della Provincia gli appositi moduli per chiedere lo storno degli addebiti»
LECCE - Decine di segnalazioni e denunce sono giunte allo sportello dei Diritti della Provincia di Lecce da parte di titolari di utenze telefoniche di diverse compagnie nazionali che si sono visti addebitare nelle bollette e nelle fatture costi elevatissimi per chiamate verso numeri a tariffazione speciale mai effettuate o effettuate senza il consenso e la volontà degli interessati. Già nel mese di dicembre scorso lo Sportello aveva segnalato la truffa effettuata tramite i cosiddetti 'dialer', programmi che s'installano occultamente nel personal computer di casa e che fanno partire delle chiamate dal modem analogico verso numeri a tariffazione speciale in maniera anch'essa più o meno occulta. Spesso, infatti, non è sufficiente adottare tutte le precauzioni del caso per evitare questi inconvenienti, in particolare l'autodisabilitazione verso chiamate del tipo 144, 166, ecc., antivirus di vario tipo, antispyware, programmi che servono a rintracciare eventuali minacce esterne al pc.

«Per questi motivi - scrive l'assessore Carlo Madaro, responsabile dello Sportello - e poiché sino ad oggi le compagnie telefoniche non hanno fatto grandi passi verso una più compiuta tutela degli utenti disabilitando in via generalizzata la possibilità di effettuare chiamate verso numeri a tariffazione speciale del tipo 144, 166, 899 ecc. o verso numeri satellitari, consentendola al contrario solo a chi ne faccia esplicita richiesta, sono stati messi a disposizione dei cittadini ingiustamente frodati, presso i locali della Provincia a Lecce in viale Marche gli appositi moduli per chiedere lo storno di tali chiamate alle compagnie telefoniche che dovranno essere inviati con raccomandata alle rispettive società telefoniche di utenza ed anticipate via fax al fine di un più sollecito disbrigo delle procedure». La segnalazione dovrà essere inviata anche alla Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni mediante l'apposito formulario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione