Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 02:14

Incidente sul lavoro all'Ilva di Taranto: indetto sciopero

Il lavoratore, per paura di cadere giù da una altezza di circa trenta metri, nonostante fosse munito di cintura di sicurezza, si è aggrappato al braccio fisso rimanendo imbrigliato negli ingranaggi
TARANTO - Un lavoratore di un'azienda appaltatrice dell'Ilva di Taranto, l'azienda Pitrelli, è rimasto ferito in un incidente avvenuto all'interno dello stabilimento siderurgico ionico. Per questo, la Fiom-Cgil provinciale, insieme con le Rappresentanze sindacali unitarie (Rsu) dell'azienda Pitrelli, ha proclamato per domani mattina uno sciopero con assemblea.
Il ferito è Pietro Bianco, di 51 anni, l'incidente è avvenuto nel reparto Man.coke.
Secondo quanto rende noto la Fiom, mentre Bianco, con un collega, saliva col cestello sulla piattaforma mobile, per eseguire lavori di carpenteria, il cestello ha cominciato a capovolgersi. Il lavoratore, per paura di cadere giù da una altezza di circa trenta metri, nonostante fosse munito di cintura di sicurezza, si è aggrappato al braccio fisso rimanendo imbrigliato negli ingranaggi dello stesso cestello, fino all'arrivo dei vigili del fuoco. Soccorso, gli è stata riscontrata una frattura con lo schiacciamento dell'arto superiore.
Per la Fiom provinciale, si tratta dell'«ennesimo infortunio grave che mette a repentaglio la vita e la sicurezza dei lavoratori all'interno dello stabilimento Ilva di Taranto». L'organizzazione di categoria «denuncia la mancanza da parte delle aziende di una adeguata politica di prevenzione e sicurezza degli impianti, che si può ottenere solo con una continua manutenzione e controllo dei luoghi di lavoro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione