Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 17:55

"Bonificare la Puglia dall'uranio impoverito"

Lo chiede, in un'interrogazione al ministro della Difesa, la sen.Maria Celeste Nardini (Prc). Il materiale radioattivo sarebbe contenuto nelle bombe "abbandonate dai militari americani"
BARI - L'"urgente necessità di bonificare le aree contaminate dalle bombe all'uranio impoverito abbandonate dai militari americani attorno alle coste pugliesi" è chiesta in un'interrogazione che la sen.Maria Celeste Nardini (Prc) ha inviato al ministro della difesa.
Nardini fa riferimento all'"emergenziale aumento di contagi da radiazioni prodotte da uranio impoverito tra i pugliesi» e ai casi «riguardanti un militare ed una crocerossina contaminati dopo aver prestato servizio nei Balcani». «Si rende indispensabile - insiste - vietare l'uso nei poligoni di addestramento, di armi all'uranio impoverito e lo stoccaggio di esse nelle basi militari, anche internazionali, collocate sul territorio pugliese». La parlamentare chiede infine «se non sia opportuno istituire una nuova commissione d'inchiesta medico-scientifica che appuri i reali pericoli che l'uranio impoverito potrebbe provocare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione