Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 01:15

Iniziativa Gazzetta e CC: cavalli sequestrati donati per ippoterapia

Grazie all'intuizione di Gazzetta del Mezzogiorno e Carabinieri del Comando provinciale di Bari, 15 cavalli sequestrati alla criminalità saranno destinati ad associazioni di volontariato
Gazzetta Carabinieri BARI - Quindici cavalli sequestrati alla criminalità saranno destinati ad associazioni che si occupano di ippoterapia. L'iniziativa, promossa dalla Gazzetta del Mezzogiorno e dai Carabinieri del Comando provinciale di Bari, è stata presentata oggi nel corso di un incontro che si è tenuto nella sede del quotidiano e al quale hanno partecipato, tra gli altri, il presidente della commissione parlamentare antimafia, Francesco Forgione, il presidente di Libera, don Luigi Ciotti, il comandante del comando provinciale dei carabinieri, Gianfranco Cavallo, e il direttore del quotidiano, Lino Patruno.
I cavalli, è stato detto, sono stati sequestrati il 20 dicembre nell'ambito di un'operazione contro la malavita di Bitonto. Nei prossimi giorni le associazioni di volontariato, che hanno sede in varie regioni, dalla Puglia alla Toscana, si metteranno in contatto con i carabinieri per entrare in possesso dei cavalli.
«Siamo a cavallo - ha aggiunto con una battuta Ciotti - ma il mio sogno è che la confisca dei beni diventi un orizzonte di normalità e quotidianità, non un fatto eccezionale». Ciotti ha poi ricordato che «Giuseppe Di Matteo, il bambino strangolato e sciolto nell'acido dai fratelli Brusca amava andare a cavallo. La mamma un giorno mi ha regalato alcune coppe che il figlio aveva vinto. Quando mi avete invitato ho pensato a lui, a una di quelle coppe che ho consegnato a Messner perchè la portasse in alto a ottomila metri e la mettesse nel ghiaccio, nella neve: sono segni ma anche quelli sono importanti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione