Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 13:50

Per Angelo Izzo ergastolo e risarcimento

Il "mostro del Circeo" - condannato per l'omicidio di moglie e figlia 14enne dell'ex boss della Sacra corona unita Giovanni Maiorano - dovrà risarcire i parenti delle vittime con 300mila euro
CAMPOBASSO - Non solo l'ergastolo per Angelo Izzo. Il massacratore del Circeo, che uccise due donne, Maria Carmela Linciano e la Valentina Maiorano, 14 anni, rispettivamente moglie e figlia dell'ex esponente della Sacra Corona Unita, Giovanni Maiorano, in una villetta nei pressi di Ferrazzano (Campobasso) il 28 aprile 2005, è stato condannato anche al risarcimento dele parti civili Questa la sentenza emessa dal Tribunale di Campobasso, al termine del processo con rito abbreviato scelto dagli avvocati dell'imputato. Una sentenza arrivata al termine di quasi quattro ore di camera di Consiglio.

Izzo dovrà risarcire i parenti delle vittime con 300mila euro.
La somma del risarcimento, che la famiglia delle vittime vorrebbe utilizzata per creare una fondazione a sostegno delle donne e dei bambini vittime di maltrattamenti, difficilmente però verrà loro corrisposta. Izzo non è infatti più sostenuto dalla sua famiglia che ha annunciato di non volere più avere contatti con lui.
Non resterà quindi altro da fare che verificare se il condannato abbia degli averi su cui i parenti delle vittime potranno rivalersi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione