Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 22:45

Bari - Calciatore ucciso arrestati i 2 presunti killer

Giovanni Montani - 18 anni - fu ammazzato a colpi di pistola la sera del 29 ottobre scorso. Era una "promessa" della squadra del "Bari Primavera". Secondo la Polizia, fu una vendetta: era considerato dalla malavita responsabile dell'uccisione del cugino Salvatore, anche lui diciottenne e figlio del boss Andrea. Quest'ultimo il 10 giugno 2006 venne assassinato da un commerciante in lite con Giovanni
Bari - Calciatore ucciso arrestati i 2 presunti killer
Polizia BARI - Sono stati arrestati da agenti della Squadra mobile della Questura di Bari i due presunti autori dell'omicidio del calciatore diciottenne Giovanni Montani, giovane promessa del Bari Primavera uccisa in un agguato la sera del 29 ottobre scorso nel capoluogo pugliese.
Si tratta di Gaetano Capodiferro, di 23 anni, e di Giuseppe Amoruso, di 22 anni. Dovranno rispondere di omicidio volontario e porto e detenzione di arma da fuoco. A Capodiferro il provvedimento cautelare è stato notificato in carcere.
Giovanni Montani, che non aveva precedenti penali, era un nipote di quello che era negli anni Ottanta uno dei boss del quartiere san Paolo di Bari, Andrea Montani, in carcere ormai da oltre 15 anni.
Il giovane la sera del delitto viaggiava a bordo della propria automobile, una Micra rossa, quando contro la sua vettura furono sparati parecchi colpi di arma da fuoco. L'automobile, priva di controllo dopo che il ragazzo era stato colpito, si fermò contro un marciapiedi. Giovanni Montani fu soccorso e portato in ospedale, ma morì poco dopo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione