Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 21:01

Camassa assolto da omicidio Petrachi

Il trattorista di Melendugno è stato assolto con formula piena dalla Corte d'Assise di Lecce per la morte di Angela Petrachi avvenuta il 26 ottobre 2002, che resta senza colpevoli
LECCE - E' andato assolto con formula piena, stasera dai giudici della Corte d'assise di Lecce, il trattorista di Melendugno, Giovanni Camassa, di 40 anni, accusato di aver violentato, seviziato e strangolato, il 26 ottobre del 2002 nella frazione di Melendugno, Borgagne, Angela Petrachi, 31 anni, sposata, separata e madre di due bambini. Il pm Maria Cristina Rizzo aveva invocato il carcere a vita. L'imputato è stato assistito dall'avvocatessa Francesca Conte del Foro di Lecce, che durante le fasi del processo, aveva preso il posto del professore Carlo Taormina, che ad un certo punto aveva rinunciato all'incarico, pur avendo fatto scarcerare Cammassa per un vizio di procedura, in seguito al quale venne riproposto il provvedimento restrittivo, che riportò il trattorista dietro le sbarre. Poco fa Giovanni Camassa ha lasciato il carcere leccese di borgo san Nicola, dove era detenuto da oltre un anno. Della vicenda di Angela Petrachi, il cui cadavere venne ritrovato l'8 novembre, sempre del 2002, si è più volte interessata anche la trasmissione di Rai Tre, 'Chi l'ha visto?'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione