Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 20:19

Barese ucciso in Capitanata

I carabinieri hanno identificato il cadavere dell'uomo ucciso a colpi di pistola e ritrovato sabato scorso nelle campagne di Ascoli Satriano. Era un trentenne con precenti per estorsione
Carabinieri ASCOLI SATRIANO (Foggia) - È stato identificato dai carabinieri del Comando provinciale di Foggia il cadavere dell'uomo ucciso a colpi di pistola e ritrovato sabato nelle campagne di Ascoli Satriano. Si tratta di Alessandro De Ceglie, 30 anni, di Bari, con precedenti per estorsione. L'identificazione è stata possibile grazie alle impronte digitali post-mortem.
Attualmente, i carabinieri stanno sentendo i genitori, parenti e amici dell'uomo. De Ceglie è stato assassinato con quattro colpi di pistola 7,65, tre dei quali al volto e uno torace. Il padre della vittima, Nicolò, ne aveva denunciato la scomparsa il 4 gennaio scorso alla caserma dei carabinieri di Bari Scalo. Ai militari aveva riferito che suo figlio il giorno prima era partito per Foggia e che da allora non aveva più dato notizie di sé. L'esame autoptico verrà eseguito con ogni probabilità lunedì a Foggia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione