Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 05:52

Francesco Tagliente nuovo questore di Firenze

Il tarantino (è nato a Crispiano, 57 anni fa) ha già ricoperto incarichi di grande responsabilità come il coordinamento nazionale della sicurezza per le Olimpiadi di Torino
FIRENZE - Francesco Tagliente è il nuovo Questore di Firenze. Tagliente, 57 anni, nato a Crispiano (Taranto) è sposato con la signora Maria Teresa e ha due figlie, Eliana ed Irene. Laureato in giurisprudenza, entra in polizia nel 1967 dove ricopre, fino all'86, vari incarichi istituzionali nell'ambito della Questura di Roma, occupandosi di polizia giudiziaria e controllo del territorio. Dall'86 al 1995 assume la direzione della sala operativa della Questura di Roma.
Nei successivi 5 anni ricopre l'incarico di capo di gabinetto del Questore di Roma e, in tale veste, si occupa della gestione dei servizi di ordine e sicurezza pubblica che si svolgono nella Capitale e nella provincia, tra cui il Giubileo del 2000. Dal novembre del 2000 al febbraio 2006, dirige l'ufficio ordine pubblico del dipartimento della pubblica sicurezza coordinando le attività a livello nazionale. In occasione delle Olimpiadi invernali di Torino 2006 il Ministero degli Interni gli affida il coordinamento nazionale della sicurezza dell'evento. Tagliente è Presidente dell'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive e della sicurezza delle nazionali di calcio. In tale ruolo assume la responsabilità della sicurezza della nazionale maggiore in occasione del Campionato del Mondo in Corea e Giappone del 2002, dei Campionati europei di calcio in Portogallo del 2004 e del Campionato del Mondo di calcio Germania 2006. E' Iscritto all'albo dei giornalisti, elenco pubblicisti. È stato insignito di varie onorificenze italiane ed estere tra le quali quella di «Grande Ufficiale» dell'ordine al merito della Repubblica Italiana.
Nel corso di un incontro con i cronisti, Tagliente ha ringraziato il Ministro ed il Capo della Polizia per l'incarico di Questore di Firenze, «città nota nel Mondo per la sua capacità di trasmettere emozioni e valori culturali, storici ed artistici». «Posso assicurare - ha concluso - che tutti gli sforzi sarano orientati a potenziare i servizi al cittadino, primo fra tutti quello del 113, che reputo il principale strumento di dialogo tra il cittadino e la Polizia di Stato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione