Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 16:49

Petruzzelli, un commissario per ricostruire

L'ing.Angelo Balducci è stato nominato commissario delegato per la ricostruzione del teatro di Bari, ha seguito anche i lavori della Fenice di venezia. Il sindaco: l'obiettivo è riaprire nel 2009
BARI - La presidenza del Consiglio dei ministri, su proposta del vicepresidente del Consiglio e ministro per i Beni e le attività culturali, Francesco Rutelli, ha nominato l'ing.Angelo Balducci commissario delegato per la ricostruzione del teatro Petruzzelli di Bari. Lo rende noto il ministero in un comunicato.
La nomina - è detto - è stata adottata con «una specifica ordinanza» e «ai sensi della specifica normativa in materia di Protezione civile». L'ordinanza, si aggiunge, «consentirà al commissario di accelerare le procedure di gara per l'assegnazione degli appalti, di sbloccare i relativi cantieri, di utilizzare tutte le risorse finanziarie assegnate dal Governo per la ricostruzione del teatro».
Con questo atto, conclude la nota del ministero, «si avvia finalmente a conclusione l'iter per restituire alla città di Bari e a tutta l'Italia uno dei teatri storici più importanti del Mezzogiorno».

SINDACO: OBIETTIVO E' RIAPERTURA INIZIO 2009
«E' una sfida, ma ora mi sento di potere indicare i primi mesi del 2009 come data di riapertura del teatro Petruzzelli». Lo ha detto il sindaco di Bari, Michele Emiliano, commentando la nomina fatta oggi dal governo dell'ingegnere Angelo Balducci a commissario delegato per la ricostruzione del teatro Petruzzelli. Balducci si era già occupato della ricostruzione della Fenice di Venezia.
«Con la nomina del commissario - ha detto Emiliano incontrando i giornalisti per commentare l'evento - sarà possibile accelerare sino a dimezzarle tutte le procedure per la gara d'appalto dei lavori». Emiliano ha ringraziato «il governo nazionale e in particolare il vicepresidente del consiglio Francesco Rutelli che hanno mostrato grande attenzione alla città di Bari e alla questione della ricostruzione del teatro». «Non solo hanno ulteriormente finanziato la ricostruzione - ha detto - ma ora hanno anche investito un commissario che possa dimezzare i tempi burocratici necessari alla ricostruzione».
La richiesta di una procedura d'urgenza per la ricostruzione era stata fatta al governo dallo stesso sindaco che il 19 dicembre scorso aveva inviato una lettera al presidente del Consiglio chiedendogli «di valutare l'opportunità di adottare lo strumento giuridico e amministrativo più idoneo per accelerare i tempi della ricostruzione del teatro», paventando il rischio che eventuali ulteriori ritardi potessero provocare il deterioramento della parte del teatro già ricostruita.
L'ordinanza di nomina del commissario - ha spiegato Emiliano - è stata fatta ai sensi della normativa di protezione civile proprio per prevenire eventuali danni al teatro. Emiliano ha poi sottolineato la competenza tecnica di Balducci, «uno degli ingegneri più prestigiosi in questa materia, lo stesso che ha proceduto alla ricostruzione della Fenice di Venezia».
Il sindaco ha poi reso noto di avere già preso contatti con il commissario e di avergli messo a disposizione «l'intera ripartizione lavori pubblici del Comune per supportare il suolavoro».

BALDUCCI: PRESTO RESTITUIREMO TEATRO A CULTURA
«Accolgo con entusiasmo questa nuova responsabilità che il ministro Rutelli mi ha conferito per dare risposte certe ed urgenti sulla ricostruzione del Petruzzelli di Bari». Così Angelo Balducci ha commentato la notizia della sua nomina a Commissario straordinario del Teatro.
«Si tratta di una sfida importante non solo per Bari - afferma in una nota - ma per tutto il Mezzogiorno d'Italia che non può fare a meno della storia e della tradizione del Petruzzelli».
Balducci è stato presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici e si è occupato anche della ricostruzione del teatro La Fenice di Venezia.
«Lavorando con impegno, trasparenza e celerità - ha detto ancora - secondo gli obiettivi fissati dal Ministro, che riguardano l'accelerazione delle procedure di gara, lo sblocco dei cantieri e l'utilizzo di tutte le risorse finanziarie stanziate, restituiremo presto il teatro alla grande cultura italiana di cui è parte e ai cittadini che lo aspettano da troppo tempo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione