Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 15:32

L'arte di Schifano a Sannicandro di Bari

Un progetto di dialogo attraverso l'arte nei paesi mediterranei tra temi italiani e africani. Dopo il periodo pugliese, la mostra farà tappa ad Alessandria in Egitto ed in vari paesi del Golfo
mostra Mario SchifanoBARI - Trenta opere per lo più inedite del grande artista di origini libiche, Mario Schifano, nella mostra «Oltremare» al castello di Sannicandro di Bari appena inaugurata. Questi dipinti sottolineano quanto sia stata importante nell'opera di Mario Schifano l'ispirazione tratta dal paesaggio del bacino mediterraneo. Un percorso espositivo che si articola tra temi paesaggistici italiani e africani: luoghi accomunati e divisi dal mare, la cui diversità è mitigata dal filo conduttore della sensibilità dell'artista per le loro radici comuni.
La mostra è curata da Achille Bonito Oliva e dall'Archivio Schifano con l' Associazione culturale BluBramante ed è promossa dalla Regione Puglia e dall'Assessorato al Mediterraneo Pace e Attività Culturali. Una selezione rigorosa nella prolifica opera di uno dei più importanti protagonisti dell'arte italiana contemporanea.
Così scrive Bonito Oliva in un estratto del testo in catalogo:
«Mario Schifano è nato a Homs, paese libico del nord Africa. Vissuto fino alla sua morte in Italia, sembra sempre aver praticato una pittura limpida e luminosa, tipicamente mediterranea. Dai monocromi ai paesaggi, dagli animali fantastici ai deserti, l'artista si è posto in un rapporto solitario col processo pittorico e ora ci consegna, a futura memoria, questi deserti della pittura, immagini emblematiche di un luogo sconfinato, orizzontale ed infinito... per Schifano essere artista significa fare l'artista. Sotto la mano dell'artista, prima, e l'occhio dello spettatore, dopo, transitano immagini appartenenti al campo affettivo e a quello sociale, in un intreccio tra il sentimentale e l'esplorativo, secondo una frequenza volubile di tempo e spazio. Mario Schifano si conferma artista totale, produttore di un'arte istantanea che sintetizza nell'occhio e nella mano uno spaccato di vita senza soluzione di continuità».

«Oltremare» è la ideale continuazione della precedente mostra «Deserts», grandi tele ispirate al paesaggio africano che per due anni ha viaggiato tra Italia, Libia, Tunisia e Marocco. Un progetto di dialogo attraverso l'arte nei paesi mediterranei che ancora una volta l'archivio Schifano e l'associazione Blubramante vogliono stimolare. Dopo la prima grande esposizione italiana nel castello di Sannicandro, «Oltremare» farà tappa ad Alessandria in Egitto ed in vari paesi del Golfo. L'opera di Schifano diventa così un ponte culturale tra il mondo arabo e quello europeo, mondi che oggi appaiono divisi ma che nascono da comuni radici filosofiche e culturali, arricchite nel tempo dai commerci, dagli studi e dalle migrazioni.
La mostra resterà aperta sino al 20 gennaio 2007.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione