Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 10:06

Esercito - L'82° di Barletta torna dalla Bosnia

Terminata la missione nei Balcani per il Reggimento, che fa parte della Brigata corazzata Pinerolo, comandato dal col. Giovannini. Per la cooperazione svolta nel Paese, è stato insignito con una medaglia d'oro al valor civile della Repubblica "Srpska"
Esercito - 82° reggimento di Barletta BARLETTA - Rientrerà domani, 19 dicembre, la Bandiera di guerra dell'82° Reggimento fanteria "Torino", Reggimento che ha sede a Barletta, dalla missione in Bosnia.
Atterrerà nell'aeroporto militare di Gioia del Colle, alle ore 15, l'aereo che riporterà la Bandiera ed il comandante del Reggimento, colonnello Gian Luca Giovannini, in Italia. Ad attenderli, il comandante del Distaccamento della Brigata Pinerolo, colonnello Giacomo Triglione.
L'82° rientra dopo 6 lunghi mesi di attività sul territorio bosniaco, durante i quali ha svolto moltissime attività di cooperazione con le autorità locali.
Lo scorso settembre i militari italiani hanno dato un contributo notevole per l'apertura di un caseificio, realizzato secondo gli standard europei, presso la città di Visegrad, contribuendo alla rinascita sociale ed economica del paese, tanto che in segno di gratitudine il sindaco della città ha insignito il col. GIOVANNINI e la Bandiera di Guerra dell'82° Reggimento "Torino" della Medaglia d'oro al Valor civile della Repubblica Srpska.
L'impegno, nel teatro operativo bosniaco, ha visto gli uomini e le donne della Pinerolo impegnati, senza soluzione di continuità, per oltre un anno.
Si sono, infatti, alternati, tra il 2005 e il 2006, due Reggimenti dipendenti dalla Brigata Pinerolo (il 7° Reggimento Bersaglieri con sede a Bari e l' 82° Reggimento Fanteria "Torino" con sede a Barletta).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione