Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 12:40

Via Sms la carta d'identità della vongola

Il progetto di Federcoopesca e Confcooperative decolla dalla Puglia, con l'obiettivo di diffonderlo a livello nazionale dal mercato di Manfredonia • E un naso elettronico dirà se il pesce è fresco
ROMA - La carta d'identità del pesce arriva via cellulare. Con un semplice sms si può conoscere il viaggio che la vongola, ma anche la spigola, l'orata e l'aragosta ha compiuto dal mare o dall'allevamento per arrivarealla tavola. Informazioni preziose soprattutto di questi tempi, visto che la tradizione natalizia impone in molte regioni menù a base di pesce.
Si tratta della piattaforma digitale messa a punto grazie ad un progetto che la Federcoopesca-Confcooperative ha realizzato nell'ambito dei Programmi di orientamento pesca (Por) Puglia2000-2006 cofinanziati dall'Ue, per sperimentare un sistema ditracciabilità per ogni specie di pesci, molluschi e crostacei. Il progetto decolla dalla Puglia, con il preciso obiettivo di diffonderlo a livello nazionale, in particolare dal mercato di Manfredonia, uno dei più grandi d'Italia, cui conferiscono il prodotto oltre 300 imprese, con un giro d'affari di 30 milioni di euro l'anno. Man mano che il pesce arriva al mercato, i numeri di lotto vengono inseriti nella banca dati consultabile dal proprio cellulare. Inviando un messaggino riportando il lotto del prodotto, si ottengono in tempo reale le informazioni necessarie per poter scegliere quello che si vuole mangiare; e quindi specie, grandezza, data e luogo di cattura, modalità di trasporto e conservazione, tipologia di confezionamento, tecniche di allevamento nel caso dei prodotti dell'acquacolturae origine degli avannotti. Le stesse informazioni sono consultabili nel sito internet www.tracciailpesce.it.

La carta d'identità via sms, sperimentata qualche mese fa sualcuni prodotti agricoli, sbarca dunque sui banconi del pesce, un mercato difficile in quanto molto sfaccettato, in cui a detta della Federcoopesca è la qualità a fare sempre più ladifferenza essendosi evoluto il consumatore. A orientare gli acquisti è quindi una logica legata alla sicurezza alimentare ealla rintracciabilità dei prodotti. Per questo tutti gli sforzi oggi sono concentrati per mettere a punto sistemi che garantiscano una maggiore trasparenza nella filiera. E questo in tutto il settore agroalimentare. Viene così ricostruito l'intero percorso del viaggio del pesce, un modo per garantire le qualità offerta sul mercato, un concetto che non tiene conto solo delle caratteristiche dei prodotti, ma anche delle modalità utilizzate per ottenerli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione