Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 03:13

I giovani di Puglia, come una pentola a pressione

Sul sito www.cosabolleinpentola.net, che è una ricerca realizzata dal dipartimento di Scienze Storiche e Sociali dell'Università degli Studi di Bari, la possibilità per loro di raccontarsi
Cosa bolle in pentolaBARI - Tina di Altamura non vuole più calci e si auto definisce «un pentolone che bolle»: ha fatto la cameriera, segretaria, commessa, rappresentante, cucitrice «... e chi più ne ha, più ne metta» per riuscire a laurearsi; Angelo è un etonoantropologo di Laterza che per studio vive a Roma e soffre di nostalgia «mi manca la mia terra, dove vorrei tornare per mettere a disposizione la professionalità», solo che usa il condizionale forse perchè è cosciente delle difficoltà; Lucia di Anzano di Puglia raccomanda a tutti un periodo di volontariato di formazione personale e professionale.
Sono solo alcune delle testimonianze dirette registrate sul sito www.cosabolleinpentola.net, che è una ricerca realizzata dal dipartimento di Scienze Storiche e Sociali dell'Università degli Studi di Bari. «L'indagine fa parte delle iniziative promosse dall'assessorato alla Trasparenza e alla Cittadinanza Attiva della Regione Puglia, nell'ambito di Bollenti Spiriti, il piano regionale sulle Politiche giovanili - sottolinea Annibale D'Elia, ricercatore senior del progetto - è un modo per mappare le loro esperienze e necessità, di una fetta non minoritaria della popolazione regionale». Secondo dati Istat 2001 i giovani in Puglia in un'età compresa tra i 15 e i 36 anni sono quasi il 30%, rispetto ad una media nazionale del 26%, «Cosabolleinpentola» cerca di venire incontro ai bisogni dei giovani pugliesi, nel loro complesso percorso di ricerca dell'autonomia e di transizione verso l'età adulta. Chiunque volesse partecipare al progetto può liberamente collegarsi con il sito e raccontare la propria esperienza in modo da condividere il proprio percorso con altri giovani e diventare così una piccola luce che traccia un cammino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione