Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 15:41

Trani - Falsi biglietti della Lotteria

Sequestrati circa 1 milione e 400mila tagliandi illegali. Indagini della Guardia di Finanza tra la Puglia, Lazio e Lombardia. Denunciate nove persone
TRANI (BARI) - A conclusione di controlli nel settore delle lotterie istantanee del tipo «gratta e vinci», militari della Guardia di finanza di Trani hanno sequestrato circa 1 milione e 400mila tagliandi illegali e hanno denunciato nove persone.
I militari, che avevano avviato accertamenti di natura economico-finanziaria disposti dalla procura del tribunale di Trani, hanno individuato diverse ditte operanti sul territorio nazionale - con sede in Puglia, Lazio e Lombardia - che avevano predisposto una serie di lotterie istantanee (complessivamente 36) del tipo gratta e vinci per le quali avevano stampato e distribuito circa 1 milione 400mila biglietti del costo variabile da 1,00 a 5,00 euro.
Le indagini hanno accertato che le società, per eludere la norma che assegna la gestione delle lotterie nazionali ad estrazione istantanea esclusivamente ai Monopoli di Stato ed ai suoi concessionari, avevano spacciato la loro lotteria istantanea come concorso a premi, che può essere autorizzato anche solo con una comunicazione al ministero delle Attività Produttive dove vige, peraltro, il principio del silenzio assenso.
Dall'esame delle modalità di svolgimento dei concorsi falsificati - è stato reso noto - i finanzieri hanno rilevato che non vi era alcuna promessa di premio, tranne quella riguardante i premi di valore superiore ai 50 euro, per la cui riscossione era necessario inviare il tagliando presso la sede della trading area; l'attività avviata non aveva alcun fine promozionale consistendo invece, secondo gli investigatori, in una vera e propria cessione di beni; i tagliandi di maggior valore venivano inseriti nelle confezioni senza l'utilizzazione di alcun congegno, macchina od altro, le cui caratteristiche consentissero di affidare unicamente al caso la designazione del vincitore o dei vincitori dei premi promessi nè di coinvolgere l'abilità del giocatore.
Per rendere appetibile sul mercato il prodotto distribuito, gli organizzatori avevano organizzato un sistema per identificare i tagliandi 'mr.miner' con i biglietti di lotteria istantanea lecitamente distribuiti.
I militari hanno denunciato nove persone alla procura della Repubblica presso il tribunale di Trani per concorso nel gioco d'azzardo, introduzione e distribuzione di valori bollati falsi ed esercizio abusivo di attività di giuoco.
Proseguono le indagini delle Fiamme Gialle, sotto un profilo più squisitamente finanziario, per ricostruire l'intero giro d'affari e scoprire eventuali frodi fiscali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione