Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 16:51

In Kosovo nuovo ponte costruito dagli italiani

Realizzato a Pec dai genieri del 4° Reggimento di Palermo, per la task force Mntf-W guidata dal generale Borreca, comandante della Brigata "Pinerolo". Realizzato in 69 giorni, è costato circa 35mila €, provenienti dai fondi "Cimic"
Kfor - Nuovo ponte a Pec PEC (Kosovo) - I genieri italiani della Kfor (la missione militare in Kosovo) - del 4° Reggimento guastatori di Palermo, inquadrati nella Task Force a guida italiana (Mntf-W) - hanno consegnato alle autorità della Municipalità di Pec/Peje un ponte interamente costruito grazie ai fondi Cimic (cooperazione civile militare) del nostro contingente.
L'opera - il cui costo complessivo è stato di circa 35.000 euro - è stata realizzata a tempo di record in soli 69 giorni, dal 16 settembre al 23 novembre scorso e rientra in quel vasto progetto di miglioramento della viabilità minore sostenuto da Kfor.
Il ponte, realizzato presso il villaggio di Jablanica, è costituito da tre campate, per una lunghezza complessiva di circa 35 metri ed una larghezza di 5. La struttura ha una portata di 30 tonnellate con pile e plinti in calcestruzzo armato ed il piano viabile costituito da travi in acciaio.
L'opera rappresenta in maniera tangibile l'impegno di Kfor ed in particolare del Contingente Italiano in Kosovo, teso a migliorare le condizioni economiche e sociali della popolazione per favorire la ricostruzione di un clima di reciproca tolleranza fra le varie etnie.
Il capo dell'Esecutivo comunale di Pec/Peje, Ramiz Zeka, ha avuto parole di elogio per l'operato svolto da tutto il personale della Mntf-W ed in particolare per i genieri italiani: «L'evento di oggi è molto significativo anche perché il ponte permetterà ai nostri alunni di raggiungere la scuola diminuendo il tragitto di ben sette chilometri. Sono sicuro - ha concluso Zeka - che questa collaborazione così fattiva ed ai più alti livelli istituzionali continuerà in futuro».
Al termine del discorso Ramiz Zeka, accompagnato dal generale di Brigata Attilio Claudio Borreca (comandante della Mntf-W e rappresentante per Kfor) ha effettuato il classico taglio del nastro d'inagurazione. La cerimonia è avvenuta alla presenza delle massime autorità regionali, di Unmik e di quelle civili e religiose locali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione