Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 17:28

Taranto - Tangenti al Comune: 4 arresti

I Carabinieri hanno chiuso ai "domiciliari" una coppia di imprenditori - marito e moglie, ultrasettantenni - ed hanno notificato l'ordine di custodia a due ex dirigenti del Municipio, già arrestati a settembre
Carabinieri TARANTO - Due imprenditori edili e due ex dirigenti del Comune di Taranto sono stati arrestati dai carabinieri nell'ambito di nuovi sviluppi investigativi relativi a presunte irregolarità nelle procedure di affidamento e di gestione della struttura ricreativa comunale Parco Cimino, nonché sulle numerose opere realizzate dalla società "Day Service", commissionate - secondo l'accusa - in base ad atti amministrativi illeciti.
Agli arresti sono finiti gli imprenditori tarantini Giuseppe Ladiana e Adele Aloisio, marito e moglie di 70 e 72 anni, ex amministratori unici della "Day service s.r.l.", che hanno ottenuto i "domiciliari" per motivi legati alla loro età. Ordine di arresto anche per due ex dirigenti, comunali già detenuti per altra causa: Luigi Casimiro Lubelli, di 62 anni, responsabile del settore studio, ricerca e progettazione del Comune, e Carlo Patella, di 53, capo servizio economico-finanziario della direzione risorse finanziarie del municipio. I quattro erano già stati colpiti da provvedimenti restrittivi il 13 settembre scorso quando, oltre a loro, furono arrestati altri cinque dirigenti comunali.
Nel nuovo provvedimento di custodia cautelare ai quattro vengono contestati gli stessi reati contenuti nel vecchio provvedimento cautelare - associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato, turbativa d'asta, falso in atto pubblico e abuso d'ufficio - con l'aggiunta di alcune aggravanti, e i reati di corruzione e peculato. A Lubelli i carabinieri della compagnia di Taranto hanno inoltre sequestrato una villa sulla litoranea salentina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione