Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 12:03

Puglia - Incidenti mortali su due navi

A Taranto sul «Garibaldi» è morto un sottoufficiale mentre stava manovrando sul ponte di volo un'autogru; a Brindisi un malore ha colpito un marittimo rumeno
TARANTO - Alle 8.50 di questa mattina, a Taranto, a bordo della portaeromobili «Garibaldi» ormeggiata presso la Nuova Stazione Navale, è morto in un incidente il sottufficiale della Marina Militare Salvatore La Rosa di 36 anni, nativo di Misterbianco (CT) ma da anni a Taranto. Nè da notizia la stessa Marina.
Il capo di 1/a Classe Specialista di Aeromobili Salvatore La Rosa, impiegato a bordo del Garibaldi presso il Reparto Aeromobili, stava manovrando sul ponte di volo un' autogru che, per cause ancora da accertare, si è ribaltata, precipitando fuori bordo ed impattando su un pianale ormeggiato sul lato sinistro dell' unità. Per Salvatore La Rosa non c'è stato nulla da fare, è morto sul colpo schiacciato dal materiale metallico.
Sull'infortunio sono state avviate due inchieste, una della Procura della Repubblica del Tribunale di Taranto, l'altra della Procura Militare.

PROFONDO DOLORE PER MORTE LA ROSA DAI MASSIMI RAPPRESENTANTI DELLO STATO
Il Presidente del Consiglio Romano Prodi, appresa la notizia del tragico incidente a bordo della portaerei Garibaldi che è costato la vita al sottufficiale della Marina Militare Salvatore La Rosa, ha inviato al Capo di Stato Maggiore della Difesa Giampaolo Di Paola un telegramma, esprimendo «profondo cordoglio e commossa partecipazione al grande dolore dei familiari» del sottoufficiale. Il Presidente Prodi unisce «il proprio abbraccio alla famiglia con sentimenti di fraterna vicinanza».
Il ministro della Difesa, Arturo Mario Luigi Parisi, appresa la notizia del decesso ha inviato al Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio di Squadra Paolo La Rosa, il seguente telegramma: «La notizia della morte del capo di 1° classe Salvatore La Rosa mi addolora profondamente. In questa circostanza, voglia accogliere i sentimenti di sincero, profondo cordoglio e di sentita partecipazione delle forze armate e mio personale per il lutto che ha colpito la marina militare». Il Ministro ha inviato inoltre alla vedova del militare, la signora Maria Letizia Leanza, un telegramma nel quale si dice «particolarmente vicino in questo dolorosissimo momento ed a nome delle forze armate e mio personale partecipo con profonda commozione al grave lutto che ha colpito la sua famiglia. Voglia accogliere l'espressione delle più sentite condoglianze».
In serata, il presidente della Camera dei deputati, Fausto Bertinotti, ha inviato al ministro della Difesa, Arturo Parisi, il seguente messaggio: «Nell'apprendere la notizia del tragico incidente che oggi è costato la vita al Capo di prima classe Salvatore La Rosa, intendo farLe pervenire, onorevole ministro, i sentimenti del cordoglio più profondo mio personale e della Camera dei deputati, che La prego di voler estendere ai familiari del sottufficiale caduto, così duramente colpiti nei loro affetti».

MARITTIMO MUORE PER MALORE SU NAVE MERCANTILE
Un marittimo romeno di 52 anni, imbarcato sulla nave da carico 'Afrodite S' battente bandiera di San Vincent & Granadines, è morto dopo aver avuto, la notte scorsa, un malore mentre insieme con alcuni compagni guardava un incontro di calcio in televisione. E' accaduto al largo di Brindisi. La motonave, che trasportava un carico di cemento, era partita da Barletta (Bari) ed era diretta a Palma di Majorca.
Il comandante della nave ha lanciato subito l'allarme alla Capitaneria di porto di Brindisi e da qui - a quanto si è saputo - è partita una motovedetta mentre un elicottero del centro soccorso aereo di Brindisi era stato allertato. Una seconda comunicazione del comandante dava però notizia della morte dell'uomo.
L'imbarcazione ha quindi deviato ed ha raggiunto il porto pugliese per consentire agli uomini della pg della capitaneria di effettuare accertamenti e consentire l'esame del medico legale. Secondo prime indagini - a quanto si è saputo - le cause della morte dovrebbero essere naturali. L'uomo, due giorni fa, era stato dimesso dall'ospedale di Barletta dove era stato sottoposto ad accertamenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione