Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 17:44

Fanghi del depuratore sui campi di grano

Inquinati da minerali nocivi, circa 500 ettari di terreni solitamente coltivati a cereali sono stati sequestrati a Spinazzola dai carabinieri del Noe di Bari
SPINAZZOLA (BARI) - Circa 500 ettari di terreni solitamente coltivati a grano e a cereali sono stati sequestrati nel territorio di Spinazzola dai carabinieri del Noe di Bari perchè su di essi sono stati sversati fanghi contenenti minerali pesanti provenienti dal depuratore Bari ovest, che funziona in modo irregolare ed è stato per questo sequestrato (con facoltà d'uso) il 17 novembre scorso. I terreni sequestrati - tutti appartenenti ad un unica persona - attualmente sono nella consueta fase di riposo che segue la raccolta dei cereali e precede quella della semina.
Il depuratore, di proprietà dell'Acquedotto pugliese e gestito da una società privata, è al servizio della zona industriale del capoluogo, di quartieri costieri a Nord di Bari e di Comuni dell'entroterra barese. Per la nocività dei rifiuti prodotti dal depuratore, il 17 novembre scorso fu anche sequestrata una trentina di ettari di terreno nelle campagne della Murgia dove venivano sversati i fanghi di Bari ovest.
Il sequestro eseguito oggi è stato compiuto dai militari del Noe nell'ambito di indagini dirette dalla Procura della Repubblica di Trani: nell'inchiesta sono indagati i titolari dei fondi su cui sono stati smaltiti i fanghi inquinanti, funzionari di Aqp e responsabili della società che lo conduce.
Il depuratore di Bari Ovest, impianto di tipo biologico con una linea acque e una linea fanghi, attualmente serve i seguenti Comuni: Zona industriale di Bari, Palese, Santo Spirito, San Paolo (Bari), Modugno, Binetto, Bitetto, Toritto, Grumo e Palo del Colle per un totale di circa 380.000 residenti e una portata di mc/d di 67.973. Secondo dati tratti dal sito Aqp, l'anno scorso vi furono intrapresi lavori per un importo complessivo di circa tre milioni di euro per il risanamento delle vasche di equalizzazione, il risanamento e la copertura della vasca di ricarbonatazione, l'installazione di griglie fini, il risanamento del comparto di dissabbiatura, la realizzazione di un locale compressori, la copertura degli ispessitori e impianti di deodorizzazione, la realizzazione di un nuovo comparto in carpenteria metallica e la realizzazione di una pesa per autobotti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione