Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 09:53

Arrestato per aver chiuso la figlia in casa

Le manette sono scattate ai polsi di un cittadino marocchino di 46 anni, con l'accusa di sequestro di persona, maltrattamenti e lesioni personali. E' accaduto a Bari
BARI - Avrebbe chiuso in casa più volte la figlia ventenne, malmenandola: in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Bari Jolanda Carrieri, la polizia lo ha arrestato. La vicenda in un quartiere periferico del capoluogo pugliese. Le manette sono scattate ai polsi di un cittadino marocchino di 46 anni, con l'accusa di sequestro di persona, maltrattamenti e lesioni personali ai danni della figlia.
L'arrestato, che vive con la moglie di 40 anni e altri due figli di 24 e 17 anni, oltre che chiudere in casa, anche per oltre quindici giorni, la figlia, l'avrebbe picchiata e legata ad un termosifone. La ragazza avrebbe subito anche sevizie con sigarette accese.
A denunciare il padre-padrone era stata la stessa ragazza; gli accertamenti della Polizia avrebbero confermato le accuse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione