Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 13:13

Secondo fermato per omicidio tunisino

Il marocchina, Abberrahnian Achetetiow, 36 anni, è accusato dell'assassinio di Alaj Laswwd Imed, il cui corpo è stato trovato in un capannone abbandonato di Bari
BARI - Un secondo immigrato, di nazionalità marocchina, Abberrahnian Achetetiow, di 36 anni, è stato sottoposto a fermo con l'accusa di omicidio per l'uccisione del giovane tunisino Alaj Laswwd Imed, il cui corpo è stato trovato l'altro ieri nascosto in un capannone industriale abbandonato alla periferia di Bari. Ieri la polizia aveva già fermato per l'omicidio un altro immigrato algerino, Mimone Boudre.
Achetetiow, che era ricercato già dal giorno dell'uccisione, si è costituito con una telefonata al 112. Il carabinieri lo hanno raggiunto e bloccato e consegnato alla polizia che sta seguendo le indagini sul caso.
Secondo l'accusa il tunisino sarebbe stato ucciso con colpi di bottiglia al capo durante una lite scoppiata per futili motivi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione