Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 06:34

Condanna Ue per inceneritore di Taranto

La Corte europea di giustizia del Lussemburgo ha condannato l'Italia per inadempimento alle normative comunitarie, l'impianto non sottoposto alla valutazione di impatto ambientale
BRUXELLES - La Corte europea di giustizia del Lussemburgo ha condannato l'Italia per inadempimento alle normative comunitarie non avendo sottoposto a procedura di valutazione ambientale il progetto relativo all' impianto di incenerimento di combustibili derivati da rifiuti e biomasse di Massafra, nel comune di Taranto.
L'intervento dei giudici del Lussemburgo era stato chiesto dalla Commissione secondo la quale l'impianto di incenerimento pugliese, dotato di una capacità superiore alle 100 tonnellate di rifiuti al giorno, in base alle normative europee, avrebbe dovuto costituire l'oggetto di una valutazione di impatto ambientale.
La Corte, nella sua sentenza di oggi, è giunta alla conclusione che l'Italia, avendo dispensato l'impianto dalla procedura di impatto ambientale, è venuta meno agli obblighi derivanti dalla direttiva comunitaria che regola la materia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione