Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 23:54

Nuovo direttore Sanitario agli Ospedali Riuniti di Foggia

E' Deni Procaccini, laureatosi a Bari nel '74, già direttore del Dipartimento Interaziendale in Nefrologia, Dialisi e Trapianto di Rene (DIAN) Comprensorio di Foggia
BARI - E' Deni Procaccini, il nuovo direttore Sanitario degli Ospedali Riuniti di Foggia. Laureato in Medicina e Chirurgia con il massimo dei voti all'Università di Bari nel 1974, specializzato in Nefrologia Medica all'Università di Bari nel 1976, in Medicina dello Sport all'Università di Napoli nel 1988, in Statistica Sanitaria all'Università dell'Aquila nel 2000, idoneità a Primario conseguita nel 1983; dal 1° gennaio 1990 dirigente della U.O. di Nefrologia e Dialisi AUSL FG/1, il dottor Procaccini è stato dal 1° aprile 2000 Direttore della Struttura Complessa di Nefrologia e Dialisi dell'Azienda ospedaliero-universitaria «Ospedali Riuniti» di Foggia, dal 2001 Direttore del Dipartimento Interaziendale in Nefrologia, Dialisi e Trapianto di Rene (DIAN) Comprensorio di Foggia. Nel nutrito curriculum formativo e professionale di Procaccini spiccano, tra l'altro, la frequenza al «Clinical Medicine Curriculum» di New York, al Servizio di Nefrologia e Trapianto dell'ospedale «Necker» di Parigi, il Coordinamento nazionale della Commissione «Grandi Rischi» della Società Italiana di Nefrologia, i Corsi di perfezionamento in «Tecniche epidemiologiche e gestionali per l'organizzazione sanitaria» all'Università di Siena, in «Gestione del sistema qualità nelle organizzazioni sanitarie» alla Scuola di Management e Innovazione per la Sanità del Campus Bio-Medico di Roma, in collaborazione con il Politecnico di Milano. Ha esercitato attività didattica nelle Università dell'Aquila, Bari e Foggia, ed attualmente è docente all'Università di Siena per il Master in «Management per le professioni sanitarie» presso il Dipartimento di Fisiopatologia, Medicina Sperimentale e Sanità Pubblica. Il nuovo Direttore Sanitario degli Ospedali Riuniti di Foggia nell'accettare il delicato incarico al policlinico foggiano, ha assicurato che continuerà il suo lavoro con lo stesso spirito di servizio che ne ha contraddistinto la lunga attività professionale, con l'occhio attento alla umanizzazione delle corsie per una migliore qualità delle prestazioni e del servizio complessivo offerto agli utenti della Sanità pubblica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione