Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 19:12

Bari - Delitto fra "barboni"

Gli investigatori della Squadra mobile e della Scientifica della Polizia al lavoro sul cadavere di un uomo, con la testa fracassata, trovato in un deposito nell'area industriale, abituale rifugio di "senzatetto"
Volante della Polizia BARI - Il cadavere di un uomo con la testa fracassata è stato scoperto nei pressi di un deposito nell'area industriale di Bari. Secondo i primi accertamenti della Polizia si tratterebbe di omicidio. Sul posto sono al lavoro gli specialisti della Scientifica per i rilievi e gli investigatori della Squadra mobile.
L'uomo, probabilmente un cittadino extracomunitario, era seminudo e secondo i primi rilievi scientifici della Polizia sarebbe stato picchiato e colpito alla testa con oggetti contundenti, forse con una bottiglia di vetro, che gli ha sfondato il cranio. Gli investigatori hanno accertato che la colluttazione non sarebbe avvenuta dove è stato trovato il cadavere, ma all'interno della stessa area, un vecchio deposito abbandonato di via Buozzi solitamente frequentato da barboni e senza tetto, anche stranieri, che vivono di elemosine nei pressi dei semafori dell'area industriale barese. Il cadavere era stato nascosto parzialmente con un vecchio tappeto, in un canale di scolo delle acque, ma alcuni ragazzi stamani hanno fatto la macabra scoperta ed hanno avvisato la Polizia.
Alcune persone, tra cui alcuni stranieri, sono stati ascoltati in Questura dagli investigatori, che sulla vicenda mantengono il massimo riserbo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione