Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 03:42

Cerignola - In 30 «alloggiati» in un garage

Gli extracomunitari, tra i quali una decina di ragazzi minorenni vivevano - a quanto si è saputo - in condizioni abitative e igieniche pessime in circa 70 mq
CERIGNOLA (FOGGIA) - Aveva adibito un garage, fino ad alcuni mesi fa utilizzato come officina meccanica, a fatiscente abitazione per una trentina di extracomunitari clandestini: per questo un anziano pensionato di Cerignola è stato denunciato da agenti del commissariato di polizia con l'accusa di favoreggiamento per fini di lucro della permanenza di extracomunitari illegali sul territorio nazionale.
Gli extracomunitari, tra i quali una decina di ragazzi minorenni vivevano - a quanto si è saputo - in condizioni abitative e igieniche pessime in circa 70 mq, con un solo bagno piccolo ed angusto e neanche una finestra. Il proprietario del garage, un bracciante agricolo di 73 anni in pensione, è stato denunciato e il locale sottoposto a sequestro penale. Le prime indagini hanno consentito di accertare che tra i clandestini ve ne sono quattro che erano ricercati per reati contro il patrimonio commessi nel centro-nord Italia.
L'alloggio è stato scoperto stamattina, in viale del Cimitero, durante servizi di prevenzione e controllo, fatti in collaborazione con agenti dell'Ufficio immigrazione e dell'Ufficio minori della questura, per accertare le condizioni di vita dei tanti extracomunitari che vivono a Cerignola. Le indagini sono dirette dal sostituto procuratore del tribunale di Foggia Domenico Minardi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione