Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 01:54

Sanità - Più fondi alla Puglia e alla Basilicata

La Conferenza dei presidenti delle Regioni - per il 2007 - ha assegnato alla prima 6 miliardi 370 milioni € ed alla seconda 966 milioni. Per Bari, incremento complessivo di 404,8 milioni, pari al 6,60% del fondo; per Potenza, un aumento del 3,5 per cento
• Soddisfatti il presidente e l'assessore pugliesi, Vendola e Tedesco • Il presidente lucano, De Filippo: « importante prova di maturità e di autonomia»
pronto soccorso sanità ospedale ambulanze BARI - Un fondo di 6 miliardi e 370 milioni di euro e 135,8 milioni quale quota di riparto dei 2 miliardi di euro aggiuntivi sono stati assegnati alla Puglia dalla Conferenza dei presidenti delle Regioni. I presidenti delle Regioni hanno trovato l'unanimità sul riparto del Fondo sanitario nazionale, che prevedeva una capacità di impegno di spesa di circa 96 miliardi di euro.
Per il fabbisogno della Puglia sì è avuta un'assegnazione con un incremento complessivo di 404,8 milioni di euro pari al 6,60% del fondo. La quota di partecipazione al fondo, a fronte di un decremento percentuale di popolazione, è passata dal 6,77% al 6,79%. Nel biennio 2006/2007 l'incremento complessivo è stato dello 0,10%.
Vi è, inoltre, da registrare - informa in una nota la Regione Puglia - la sensibile crescita della quota capitaria che è passata dai 1.423 euro pro-capite del 2005 ai 1.564 del 2007 con un incremento pro-capite di 141 euro.

POTENZA - Nel 2007 la Regione Basilicata avrà a disposizione 966 milioni di euro per la sanità, con un incremento del 3,5 per cento: lo ha reso noto l'ufficio stampa della Giunta regionale, precisando che «è questo l'esito della faticosa 'due giornì che ha visto impegnati a Roma Presidenti delle Regioni e assessori regionali alla salute per definire i criteri di riparto del Fondo Sanitario Nazionale».
Il Presidente della Regione, Vito De Filippo, ha sottolineato «l'importante prova di maturità e di autonomia che, pur faticosamente, le Regioni hanno saputo fornire in un momento di particolare difficoltà del Paese, mettendo a valore i frutti della battaglia positivamente condotta per dare adeguata copertura finanziaria alla salvaguardia del diritto alla salute. Non è stato facile - ha concluso De Filippo - ottenere un rafforzamento della dotazione finanziaria regionale. Ora, però, è più che mai necessario finalizzare al meglio l'impiego delle risorse per continuare a costruire una sanità di qualità al servizio dei cittadini lucani». «Le risorse assegnate alla Basilicata - ha detto l'assessore alla Salute Rocco Colangelo - dovranno essere utilizzate per realizzare i nuovi obiettivi di qualità assunti dalla programmazione regionale e per tradurre il nuovo Patto per la Salute in un avanzamento reale della capacità di risposta dei servizi sanitari alle domande crescenti dei cittadini».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione