Sabato 23 Giugno 2018 | 04:07

Caso Giusy Potenza - Lettera del nonno

In una lettera Matteo Rignanese invita il pescatore Giovanni Potenza - reo confesso e condannato a 30 anni - a «raccontare tutta la verità», in quanto sospetta che gli assassini della ragazza a Manfredonia siano stati altri
Manfredonia - Giusy Potenza FOGGIA - «Racconta tutta la verità e ti perdonerò». È il testo della lettera che Matteo Rignanese, il nonno di Giusy la quindicenne uccisa a Manfredonia il 12 novembre del 2004, invierà nei prossimi giorni all'assassino Giovanni Potenza. Per l'anziano, il pescatore reo confesso, condannato a 30 anni di reclusione, non sarebbe l'omicida della minorenne.
Secondo quanto scrive nella lettera, la sera dell'omicidio l'uomo ebbe una relazione con la nipote «per - scrive Rignanese - sfogare i tuoi sporchi desideri», ma poi sarebbe stata uccisa da altre persone che lo avrebbero costretto a prendersi tutta la responsabilità. Potenza, secondo il racconto che lui stesso ha sempre sostenuto con gli inquirenti, avrebbe ucciso la minorenne - con cui aveva una relazione - perché la ragazzina minacciava di rendere nota la loro unione se lui non avesse lasciato la famiglia per lei. Tu sei vittima e non colpevole: scrive il nonno di Giusy all'assassino.
Nelle motivazioni della sentenza con cui il Tribunale di Foggia ha condannato a 30 anni di reclusione il pescatore, si legge che, non è escluso che la sera dell'omicidio Potenza fosse in compagnia di altre persone. Innocente, dunque, per il nonno per la morte della nipote ma non per la morte della figlia, la madre di Giusy: Grazia Rignanese che, incinta al settimo mese, per il grande dolore dovuto alla morte della figlia Giusy si impiccò nella veranda della sua abitazione.
«Racconta tutta la verità- conclude il nonno di Giusy - e io ti perdonerò pubblicamente».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MEDIAGALLERY

Confiscati beni per 30 mln fatti con un sequestro degli anni '80

Confiscati beni per 30 mln fatti con un sequestro degli anni '80

 
Lecce da «barocca» a «impacchettata»: in restauro due simboli della città, invisibili ai turisti

Lecce da «barocca» a «impacchettata»: in restauro due simboli della città

 
La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

 
Rapina all'Auchan di Taranto, panico tra la gente

Rapina all'Auchan di Taranto, arrestati un 18enne e un 16enne incensurati Vd

 
Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

 
Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

 
Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

 
Mancini a Matera: «Il Brasile vincerà il Mondiale»

Mancini a Matera: «Nel 2019 l'Italia qui per giocare una partita»

 
Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

 
Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

 

LAGAZZETTA.TV

Mondo TV
Parte il test globale sulla salute degli oceani

Parte il test globale sulla salute degli oceani

 
Italia TV
Boom di farmaci falsi, due su tre contro l'impotenza

Boom di farmaci falsi, due su tre contro l'impotenza

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Economia TV
Accordo Eurogruppo su Grecia, ok alleggerimento debito

Accordo Eurogruppo su Grecia, ok alleggerimento debito

 
Meteo TV
Previsioni meteo per venerdi', 22 giugno 2018

Previsioni meteo per venerdi', 22 giugno 2018

 
Calcio TV
Messi male, e la papera Caballero

Messi male, e la papera Caballero

 
Spettacolo TV
Una vita spericolata, diventare criminali per caso

Una vita spericolata, diventare criminali per caso