Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 07:44

Puglia e Campania vogliono unire le "ali"

Per il tramite del Ministero dello Sviluppo Economico, le Regioni e Confindustria vogliono mettere in sistema le aziende locali per creare un polo aeronautico nazionale del Mezzogiorno
BARI - Costruire insieme il polo aeronautico nazionale del Mezzogiorno. Questo in sintesi il progetto scaturito dall'incontro tra il vicepresidente e assessore allo sviluppo economico, Sandro Frisullo e l'omologo della Campania, Andrea Cozzolino. La riunione, svolta a Roma presso la sede di Confindustria , è stata organizzata da Confindustria Brindisi e da Confindustria Napoli che rappresentano la maggior parte delle imprese del settore presenti nelle due regioni.
Dall'incontro, che segna l'avvio di un processo di forte integrazione tra i poli aeronautici pugliese e campano, è emersa la volontà di procedere congiuntamente nell'elaborazione di un progetto di sviluppo del polo aeronautico nazionale del Mezzogiorno, a partire dalla presenza nelle due regioni delle più grandi imprese italiane del settore (Alenia, Avio, Augusta, etc.) e di un sistema diffuso di PMI che compongono la filiera della subfornitura.
Il progetto di sviluppo vede coinvolte, da un lato, le istituzioni rappresentate dai due governi regionali e, dall'altro, le imprese, rappresentate da Confindustria. Frisullo e Cozzolino hanno stabilito di procedere su due versanti: un confronto istituzionale con il ministro dello Sviluppo Economico, Bersani, che sta elaborando le nuove linee di politica industriale e quello dell'interlocuzione con i grandi gruppi italiani del settore, a partire da Finmeccanica, con l'obiettivo di far emergere gli elementi necessari alla ristrutturazione e alla riqualificazione della filiera della fornitura, costituita soprattutto da piccole e medie imprese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione