Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 23:15

Studenti pugliesi più stressati degli immigrati

I primi hanno più soldi ma molta più ansia dei secondi, lo rileva una ricerca sul disagio giovanile presentata dalla docente di Antropologia dell'Università di Bari, Amelia De Lucia
BARI - Gli studenti pugliesi delle scuole medie superiori sono in una situazione economica più elevata rispetto ai loro coetanei immigrati, ma manifestano un più alto indice di stress ansioso. La ragione è da ricercare nel fatto che i ragazzi immigrati sono più motivati a crescere culturalmente, a inserirsi nella società e hanno problemi oggettivi di sopravvivenza che gli italiani non hanno più.
E' il risultato di una ricerca sul disagio giovanile presentata oggi dalla docente di Antropologia dell' Università di Bari, Amelia De Lucia, nel corso di un incontro sul dossier statistico immigrazione di Caritas-migrantes. Dal dossier, emerge, tra l'altro, che in Puglia la popolazione di immigrati giovanissimi è particolarmente alta visto che ci sono 12.428 minorenni con permesso di soggiorno, pari al 20,7% del totale degli immigrati con permesso, una percentuale più alta sia della media del meridione (14,8%) sia della media nazionale (19,3%).
«In questo progetto di ricerca finanziato dall'Unione europea - ha detto De Lucia - abbiamo tentato di valutare lo stato di disagio dei ragazzi e i rischi per la salute psicofisica. Abbiamo messo a confronto Italia e Austria che sono Paesi d'accoglienza e Albania, Bosnia, Croazia e Kossovo che vivono di disagi post-conflitto. In Puglia la nostra indagine è stata rivolta ad un campione di 642 studenti delle superiori fra i 13 e i 18 anni». Ne è emerso che i ragazzi italiani sono in una situazione economica alta nel 43% dei casi a fronte del 10% degli immigrati e l'indice socio-economico che tiene conto di fattori come grado di istruzione e cultura è più alto negli italiani (40%) che negli immigrati (22%).
La ricerca ha evidenziato, inoltre, che gli immigrati nel 50% dei casi hanno un sostegno dalla scuola e in media vogliono mantenere la propria identità etnica in misura maggiore degli italiani. Il 25,7% degli italiani manifesta un alto indice di stress ansioso, a fronte del 20% dei ragazzi immigrati. Un altro studio - ha concluso De Lucia - ci indica, tra l'altro, che il disagio giovanile si esprime con problemi legati ad abitudini alimentari e il non essere in sintonia con il proprio corpo spinge a diete eccessive.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione