Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 14:13

«La politica in Puglia è ancora maschile»

Il presidente della Regione Nichi Vendola, nel corso dell'insediamento della Consulta regionale femminile, ha sottolineato lo scarso coinvolgimento delle donne nel mondo politico
BARI - «La politica è ancora tutta al maschile». «Vivo la miseria di una politica tutta al maschile che soffre di eccessi di protagonismo e spettacolarizzazione». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, nel corso dell' insediamento della Consulta regionale femminile. Alla cerimonia ha partecipato il presidente del consiglio regionale della Puglia, Pietro Pepe.
Finalità dell'organismo è promuovere tutte le iniziative per realizzare la piena parità tra i cittadini - uomini e donne - sancita dalla Costituzione e rimuovere ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della donna nella sua effettiva partecipazione all'organizzazione politica, economica, sociale e culturale.
Vendola ha sottolineato lo scarso coinvolgimento delle donne nel mondo politico-istituzionale regionale. «Sia la Consulta femminile sia la commissione pari opportunità - ha detto - hanno svolto un lavoro importante e ve ne sono le tracce, ma stride il fatto che l'importanza del lavoro sin qui svolto è consegnato solo alle carte». «La presenza femminile sino ad ora - ha continuato Vendola - è stata sostanzialmente coreografica e ornamentale, senza alcuna conseguenza nella realtà. Il Consiglio regionale pugliese è lievitato da 50 a 70 componenti, ma tra i banchi siedono due sole donne».
«I due organismi femminili - ha aggiunto Vendola - sono solo fluorescenze, non realtà che mutano la politica in Puglia. Avete guadagnato autorevolezza tra le donne ma dovete ora guadagnare autorevolezza e potere nei luoghi della politica. Da parte del governo c'è la totale disponibilità».Il generale Borreca

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione