Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 06:07

Bayer: i pugliesi amano di più e meglio

Secondo l'indagine nazionale, sono i più aperti, paritari e disinibiti d'Italia. Mettono al centro dell'intesa di coppia la spontaneità e la naturalezza. In altre parole, sono i più felici
BARI - La maggioranza degli italiani considera essenziale il ruolo del sesso nel rapporto d'amore all'interno della coppia, pur soffrendo delle conseguenze della cosiddetta «società della fretta». Il 43% della popolazione tra i 18 e i 64 anni però vive relazioni di coppia con tempi giusti e «non stretti», senza pianificazioni e con «genuinità e spontaneità». In questo panorama, secondo l'indagine della Bayer eseguita da Astra Ricerche nel marzo 2006, i pugliesi sono primi come «portatori di un nuovo approccio all'amore», perchè più aperti, paritari, disinibiti. Mettono al centro dell'intesa di coppia la spontaneità e la naturalezza e sono i più felici in amore, il 7% in più rispetto alla media nazionale. Secondo la rilevazione, effettuata telefonicamente su un campione di 1.500 persone, i pugliesi sono primi nell'attribuire molta importanza al sesso (91% di essi, sul 79% della popolazione nazionale), in relazione alla qualità della vita e il 56% (rispetto al 43% nazionale) considera il sesso fondamentale. Il 65% dei pugliesi risente dei nuovi ritmi di vita e il 64% (al di sopra del 40% italiano) è d'accordo nell'affermare che i sentimenti vanno vissuti con lentezza.
Dall'indagine, presentata a Bari, emerge che la maggior parte degli italiani «emulerebbe gli innovatori, ma non ci riesce», infatti secondo il 55% degli intervistati e il 69% degli innovatori, si vive in una «società della fretta». In particolare lo stress influisce negativamente in ogni azione di vita quotidiana rendendo anche i rapporti d'amore affrettati e ansiosa la vita sessuale.
Il risultato, secondo l'Astra, è che «la maggioranza degli italiani adulti rivendica una nuova filosofia dell'amore». Il 28% riconosce che quando nasce il sentimento è «trascinante» ma, subito dopo, secondo il 53% degli ultra17enni, (e ben il 78% della «nuova Italia» dell'amore e sesso), è convito che «tra due persone che si amano è bello se il desiderio nasce spontaneamente, senza pianificazioni. In tal senso per quanto riguarda i farmaci, dall'indagine commissionata dalla Bayer emerge che il 72% del campione, due italiani su tre, si dichiarano in favore della spontaneità, preferendo quei farmaci che producono un effetto quasi immediato dopo l'assunzione e che «durano lo spazio di una notte», rispetto a quelli che durano più a lungo, fino a due giorni e che consentono di programmare i rapporti intimi nell'arco del week end. In particolare, secondo la Bayer, «un nuovo studio, di confronto dimostra la non-inferiorità del Levita (Vardenafil HCI) rispetto al Viagra (Sidenafil) per il trattamento della disfunzione erettile. Hanno presentato l'indagine, Carlo Bettocchi, urologo e membro dell'Executive Committee della Società europea di medicina sessuale (Essm) e della società europea di andrologia urologia (Esau), Maurizio Bossi, sessuologo e andrologo, ed Enrico Finzi, presidente Astra Ricerce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione