Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 08:15

Web-quindicinale per la Provincia di Taranto

E' in rete il primo numero di www.terraionica.it. E' «un ulteriore tentativo di darci un'identità collettiva»: ha detto il presidente della Provincia, Gianni Florido
TARANTO - «Un ulteriore tentativo di darci un'identità collettiva»: con queste parole il presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido, ha annunciato la nascita di www.terraionica.it, quindicinale di informazione on line dell'amministrazione provinciale di cui oggi è in rete il primo numero. L'iniziativa è stata presentata in una conferenza stampa da Florido e dal direttore responsabile della testata, l'addetto stampa della Provincia Sergio Pargoletti.
Si tratta della prima testata on line in Italia di un'amministrazione provinciale, come ha sottolineato il presidente nazionale dell'Upi (Unione Province italiane) Fabio Minelli in una lettera inviata a Florido. Il quindicinale di informazione comprende sei rubriche fisse: editoriale (commento generalmente affidato al presidente dell'amministrazione provinciale); primo piano (approfondimento su un tema che riguarda la Provincia o la sua attività); lavori in corso (attività degli assessorati); società aperta (spazio riservato ad associazioni e sindacati); spazio libero (riservato a cittadini, consiglieri provinciali, operatori dell'informazione, della scuola e della cultura); e incomune (a disposizione di progetti e iniziative dei Comuni della provincia).
L'home page della rivista consente di accedere ad alcuni link, da quello della Provincia di Taranto agli altri della Unione europea, della Regione Puglia e dell'Upi. Uno spazio è inoltre riservato all'aggiornamento delle notizie pubblicate sul sito ufficiale della Provincia di Taranto ed è attiva anche una newsletter. «Nel mondo anglosassone - ha detto ancora Florido - si utilizza il termine accountability per dire che anche le pubbliche amministrazioni devono rendere conto periodicamente del proprio operato ai cittadini elettori. Noi racconteremo la verità, parleremo dei risultati conseguiti, senza nascondere i nostri limiti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione