Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 11:23

Bari - Non solo musica: ecco la 7ª Stagione dell'Eurorchestra

L'ensemble artistica guidata dal maestro Francesco Lentini torna anche quest'anno allo Sheraton Nicolaus hotel con una novità: un concorso per giovani interpreti • Questo il calendario dei 13 appuntamenti, che inizieranno il 15 novembre
Eurorchestra Bari BARI - Anche quest'anno l'EurOrchestra presenta la sua Stagione, la 7ª, che si terrà presso lo Sheraton Nicolaus di Bari.
In cartellone 13 concerti con l'Orchestra, tutti con l'apporto di solisti di rilievo nazionale e internazionale, con uno sguardo particolare ai giovani, per i quali, da quest'anno, viene lanciato il "Primo concorso musicale EurOrchestra-Giovani-Interpreti", indetto in collaborazione con il club Lions Costanza d'Altavilla di Bari e l'Associazione Aios di Bari. La serata finale, (nella quale i finalisti suoneranno con l'EurOrchestra), è inserita come concerto "Dedicato ai giovani" nella VII Stagione. In questa manifestazione, che si terrà il 30 Maggio, anche il pubblico potrà esprimere il suo giudizio, e avere quindi un peso nella scelta dei vincitori del concorso.

«Noi crediamo di aver creato, nello svolgersi delle nostre stagioni - dice Francesco Lentini, leader dell'Eurorchestra di Bari - un pubblico di cultori e raffinati intenditori della musica. Il nostro pubblico, a mio modesto avviso, (ma lo dico anche con un pizzico di orgoglio), "sceglie " di venire ai nostri concerti, perché noi (parlo al plurale perché mia moglie - Angela Montemurro, n.d.r. - è in prima linea con me in questa operazione) non rappresentiamo, e questo non mi stancherò mai di dirlo, una società concertistica, come tante altre che meritoriamente creano cultura sul territorio, ma ci caratterizziamo come musicisti entusiasti e coinvolti, che operano con gioia nella musica e che vogliono condividere il momento della creazione musicale con altri musicisti. E questa magia del "fare musica insieme" il pubblico la sente come passione e coinvolgimento, e si emoziona e gioisce e trepida con noi. Per questo desiderio di com-partecipazione e di "com-mozione" privilegiamo nei nostri programmi la pugliesità, sia quella degli interpreti che quella degli autori, intendendo per pugliesità non una divisione fisica e geografica tra persone, che oggi sarebbe antistorica, ma solo un sentire comune di chi si trova a percorrere lo stesso nostro cammino, e a cui ci sembra giusto dare opportunità. Per questo, nello svolgersi delle nostre stagioni, abbiamo chiamato sul palcoscenico dello Sheraton quasi tutti i musicisti baresi di prestigio, quasi tutti i colleghi del Conservatorio di Bari e di altri Conservatori pugliesi, e tanti altri artisti della nostra terra, tra cui attori, registi, poeti, tra cui mi piace ricordare Sergio Rubini, Mingo e Fabio, Lia Cellammare, Gianni Ciardo, alcuni dei quali senz'altro torneranno anche quest'anno, per la VII stagione, come ospiti, ma che non sono riportati in cartellone perché volta per volta ci sarà una sorpresa per il nostro pubblico. Con alcuni dei musicisti che hanno suonato con noi il rapporto è diventato così intenso ed è stato così apprezzato dal pubblico, che l'appuntamento con loro è diventato un gradito ritorno, e tra questi cito il grande chitarrista Alirio Diaz, già nostro ospite nella prima stagione concertistica, che ora ritorna per eseguire il concerto di Aranjuez insieme con suo figlio Senio Diaz, il 15 novembre, per inaugurare la nostra stagione, e per ricevere il Premio "Note nell'Olimpo".
Altro ritorno denso di significati e di emozioni è quello del meraviglioso pianista Alessio Bax, stella del firmamento musicale internazionale, che questa volta suonerà il primo Concerto di Listz con l'Eurorchestra, e poi si esibirà con la moglie, Lucille Chung, anch'ella notissima pianista, nel Concerto per due pianoforti di Poulenc.
Altro gradito ritorno è quello dei decani della scuola pianistica barese, Michele Marvulli e Marta Grilletti,l'uno in veste di direttore-pianista-trascrittore, e l'altra in veste di esecutrice. Michele Marvulli dirigerà Marta Grilletti e l'EurOrchestra nel concerto in la minore di Grieg, e poi siederà al pianoforte, in orchestra, per dirigere, in prima assoluta italiana, la sua trascrizione per orchestra da camera della Suite "la Strada" di Nino Rota».
«Altra caratteristica dei nostri programmi - prosegue il Maestro Lentini - è l'intento didascalico -educativo, per cui inseriamo sempre brani che aiutino il pubblico a capire la musica e ad avvicinarsi anche alla storia personale e alla umanità dei grandi compositori. Il 6 dicembre, giorno del duecentesimo anniversario del funerale di Mozart, offriremo al nostro pubblico la lettura-concerto, dal titolo "Firmato Gnagflow Trazom - dedicato a Wolfgang Amadeus Mozart". Si tratta di una rappresentazione teatral-musicale ideata e condotta, nella veste di voce narrante e regista, dal notissimo doppiatore e attore Luca Violini, la famosa voce di La7 e di Sky, che leggerà testi di Lino Terra dedicati alla figura del grande salisburghese.
Altra "chicca" sarà, il 13 Giugno, a chiusura della stagione, la presenza come ospite d'onore dell'attore Enzo Decaro, beniamino del pubblico soprattutto femminile, in veste di voce recitante, nella esecuzione de "Il carnevale degli animali" di Saint-Saens per due pianoforti e orchestra, ad opera del duo pianistico Angela Montemurro e Rosanna Giove. Altra iniziativa che mi piace indicare all'attenzione del pubblico è il concerto del 14 Febbraio, intitolato Concerto di San Valentino, nel quale saranno eseguite musiche di compositrici del nostro tempo ispirate all'Amore. Durante questo concerto sarà presentata ufficialmente la costituzione a Bari della Associazione ParnasoDonne in Musica, di cui è responsabile mia moglie Angela Montemurro, che vuole incarnare l'anima femminile dell'EurOrchestra, e che nasce con l'intento di creare una rete di collegamenti tra le donne impegnate nelle Arti e nello studio delle Arti nel nostro territorio. Questa Associazione è collegata idealmente alla Fondazione-Adkins-Chiti-Donne in Musica, membro del Consiglio internazionale per la Musica dell'Unesco. Queste due Associazioni hanno promosso, per realizzare questo concerto di San Valentino, una chiamata internazionale di invito, rivolta a tutte le compositrici del mondo, per scrivere un pezzo dedicato all'Amore. Tra tutte le composizioni pervenute saranno scelte le più significative e saranno eseguite dall'EurOrchestra. Le altre, quelle non eseguite, costituiranno un fondo a beneficio della cultura e della musica cui si potrà attingere in altre occasioni. In questo concerto sarà ospite d'onore la notissima grande regista tedesca Helma Sanders Brahms, che leggerà brani della sua sceneggiatura del prossimo suo film, incentrato sul rapporto tra Clara e Robert Schumann con il loro amico Johannes Brahms».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione