Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 23:54

Matera - «Angeli e demoni» tra le chiese

I Carabinieri hanno fermato una banda specializzata nel furto e ricettazione di oggetti sacri e d'arte in chiese, santuari e conventi di Basilicata, Abruzzo, Campania, Puglia e Molise
MATERA - Dodici ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite stamani dai Carabinieri del comando provinciale di Matera nell'operazione denominata «angeli e demoni» con cui è stata sgominata una banda specializzata nel furto e nella ricettazione di oggetti sacri e d' arte in chiese, santuari e conventi di Basilicata, Abruzzo, Campania, Puglia e Molise.
Gli investigatori hanno operato in collaborazione con i militari dei nuclei tutela patromonio artistico dell'Arma di Bari e Bologna. La banda - che aveva la sua sede a Foggia, con diramazioni fino a Cesena - rubava oggetti sacri e d'arte risalenti ad un periodo compreso da sedicesimo e diciassettesimo secolo: poi li rivendeva, e i Carabinieri sospettano che vi fosse anche un mercato estero della refurtiva. L'inchiesta è cominciata circa un anno fa e ha permesso di esaminare una trentina di furti compiuti dalla banda nelle cinque regioni.
Fra le persone raggiunte dall'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Matera vi sono anche antiquari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione