Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 22:16

Ai Comuni jonici 214 milioni

È stata approvata dalla giunta regionale la graduatoria definitiva dei progetti per gli "schemi idrici" e lo smaltimento delle acque piovane. Prevale Statte, escluso il capoluogo
Regione Puglia BARI - La Giunta regionale pugliese ha approvato la graduatoria definitiva relativa agli interventi previsti dalla Misura 1.1 del "Por" Puglia 2000 - 2006, Azione 5, di adeguamento e completamento degli schemi idrici e delle relative reti infrastrutturali per la provincia di Taranto per un finanziamento previsto di 214.000.000 di euro.
Lo rende noto il vicepresidente del Consiglio regionale Luciano Mineo.

«Si tratta - è detto in una nota - dei progetti presentati dai Comuni per lo smaltimento delle acque piovane. I progetti ammessi saranno finanziati in ordine di graduatoria sino all'esaurimento del finanziamento previsto di euro 214.000.000 circa, proveniente per 44 milioni di euro dai fondi Por, per 138 milioni di euro dal bilancio della Regione e per 31 milioni di euro dalla delibera Cipe n. 35 del 2005».
I progetti finanziati - è detto nella nota - saranno 103/104 su 212 ammessi a finanziamento. Per gli altri progetti c'è l'impegno del governo regionale a reperire ulteriori risorse.
I Comuni della provincia di Taranto che sono rientrati nei posti utili della graduatoria e che, in conseguenza, beneficeranno della prima tranche di 214.000.000 di euro disponibili sono:
Statte 3.915.440 euro (che si è collocato 3° nella graduatoria),
S. Marzano 3.382.000 euro (7°),
Monteiasi 1.105.734 euro (11°),
S. Giorgio 2.500.000 euro (12°),
Lizzano 1.470.000 euro (26°),
Manduria 2.138.000 euro (40°),
Ginosa 5.000.000 euro (55°),
Maruggio 2.250.000 euro (58°),
Torricella 3.600.000 euro (59°),
Avetrana 4.980.000 euro (85°),
Martina Franca 4.700.000 euro (90°),
Leporano 3.799.720 euro (91°).

«Si tratta di circa 40 milioni di euro con cui - è detto ancora - gli enti locali potranno ridurre notevolmente l'impatto delle piogge sulla vivibilità delle città interessate». «Un'ultima e amara considerazione: il progetto del Comune di Taranto, peraltro, per l'importo irrisorio, data la dimensione della città capoluogo, di 4.890.000 euro - conclude la nota - si è collocato al 158° posto in graduatoria. Un'occasione persa per affrontare il grave problema del disagio derivante alla città dalle piogge abbondanti di questi ultimi anni. Tuttavia, il nostro impegno sarà rivolto a far scorrere la graduatoria per finanziare anche il "progettino" del Comune di Taranto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione