Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 06:35

Trasporti in Puglia, vertice fra Vendola e Di Pietro

Il presidente della giunta della Regione Puglia ha esposto al ministro delle Infrastrutture i problemi principali. Annunciato un «protocollo aggiuntivo di aggiornamento». Al primo posto, il "nodo ferroviario" di Bari • Il ministro: «Posso confermare i finanziamenti». Per il capoluogo, intesa a tre con Ferrovie e Comune
Treno treni ferrovie ferrovia BARI - «Lo stato di realizzazione e di progettazione relativo al sistema viario, i punti importanti che riguardano la rottura delle barriere nel sistema della mobilità interna, lo stato dell'ammodernamento infrastrutturale in tema trasportistico e ferroviario». Sono alcuni dei problemi della Puglia elencati dal presidente della Regione, Nichi Vendola, nell'incontro con il ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro.
«Io e il ministro - ha aggiunto - sigleremo un protocollo aggiuntivo di aggiornamento ai precedenti tra Regione e ministero e indicheremo le tappe di un cronoprogramma».
Vendola ha annunciato «un'importante disponibilità del ministro Di Pietro a considerare strategica l'opera relativa al nodo ferroviario di Bari, un'opera di grande razionalizzazione del sistema trasportistico regionale e nello stesso tempo un'opera epocale per la città di Bari perché in qualche maniera sana una frattura storica».
Sotto il profilo dei trasporti - ha detto Vendola - «basterebbe comparare il vuoto assoluto di programmazione con quella rivoluzione compiuta in un anno e mezzo in tema ferroviario, che rivendico con orgoglio. Questo quadro positivo deriva non solo da un metodo mutato da parte del governo centrale, ma anche dal fatto che qui da noi c'è una cultura della programmazione che prima non esisteva».
Nell'incontro - ha continuato - «abbiamo discusso del completamento degli schemi idrici e della risposta in termini infrastrutturali al nodo del dissesto idrogeologico, della carenza idrica e delle problematiche legate al rilancio della portualità. Una portualità d'avanguardia come quella che attorno al porto strategico di Taranto e con i porti di Brindisi, Bari e Manfredonia può fare del sistema pugliese uno dei punti più pregiati del Mediterraneo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione