Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 15:33

Trinitapoli - Tre pistole per un omicidio passionale

Ieri sera il grave fatto di sangue. Nicola Sapienza - 39 anni - è stato arrestato dai Carabinieri con l'accusa di aver ucciso il cognato Lorenzo Matera (29 anni) e ferito sua moglie Brigitta e la sorella, moglie della vittima. Brigitta è in gravissime condizioni. La sparatoria è avvenuta nella profumeria delle due donne
Carabinieri TRINITAPOLI (Foggia) - Sarebbe avvenuta nell'ambito di contrasti in famiglia per motivi passionali la sparatoria che ieri sera, in una profumeria di Trinitapoli, ha provocato la morte di un uomo e il ferimento di due donne: è quanto hanno accertato i Carabinieri della Compagnia di Cerignola e del Comando provinciale di Foggia che durante la notte hanno arrestato il presunto assassino, Nicola Sapienza, di 39 anni, di Trinitapoli. L'uomo è cognato della vittima, Lorenzo Matera, di 29 anni, che avrebbe ucciso con quattro colpi di pistola, mentre si trovava all'interno della profumeria, nella centrale via Kennedy.
Sapienza, secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti (le indagini sono dirette dal Pubblico ministero Enrico Infante, della Procura di Foggia), armato con tre pistole, due 7.65 e una 6.35, tutte detenute illegalmente, dopo essere entrato nella profumeria ha cominciato a sparare e, oltre ad aver colpito a morte Lorenzo Matera, ha ferito la moglie della vittima e sua moglie, sorelle tra loro (Emilia e Brigitta Tombarello) e comproprietarie della profumeria. Le due donne sono state ricoverate in ospedale; in particolare Brigitta è in condizioni disperate essendo stata raggiunta da due colpi all'addome, uno dei quali le ha perforato il fegato.
Al momento della sparatoria erano presenti nel negozio anche un ragazzo di 15 anni e un bimbo di pochi mesi, che sono rimasti illesi.
Secondo quanto appurato dagli investigatori, sembra che all'origine dell'accaduto ci sia stata la convinzione, da parte di Sapienza, di una relazione amorosa tra sua moglie e Lorenzo Matera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione