Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 05:28

Maltempo - Nel Sud feriti e danni gravi

A Lecce pioggia e vento fino a 90 nodi. Travolto da lamiere il titolare di uno stabilimento balneare: ricoverato all'ospedale di Casarano. Ad Ugento alberi sulle vetture. Forti disagi nelle Marche, dove si sono verificati allagamenti: rallentata la circolazione ferroviaria. In Campania è straripato il fiume Sarno
Maltempo in Puglia PUGLIA
LECCE - Un'ora di maltempo in provincia di Lecce, con vento sino a 90 nodi e pioggia a vento, ha causato ingenti danni e alcuni feriti. Decine e decine gli interventi dei Vigili del fuoco e dei mezzi di soccorso. A Torre Mozza, Dario Franza, di 50 anni, titolare di uno stabilimento balneare che assieme alla moglie stava smontando un chiosco, è stato travolto dalle lamiere ed è ricoverato in gravi condizioni nell'ospedale di Casarano. Altre persone sono rimaste ferite, sempre a Ugento, perché gli alberi caduti sulle loro vetture in corsa hanno infranto i parabrezza. A Lecce, in viale De Pietro, è crollato il muro di cinta di uno stabilimento abbandonato. A Gallipoli, la pensilina del distributore Q8 di via Lecce si è accartocciata come un libro. Dappertutto alberi caduti, cassonetti contro muri e auto, segnali stradali divelti e finiti pericolosamente sulle strade. A Lecce sono crollati anche due balconi e numerosi cornicioni.
BRINDISI E TARANTO - BARI - Nubifragi si registrano dalla notte scorsa in varie zone della Puglia, soprattutto nella parte meridionale: allagamenti e problemi alla viabilità si registrano nel brindisino, in provincia di Taranto e nell'area del sud est barese.
A Brindisi, il quartiere La Rosa è semisolato a causa della pioggia e degli allagamenti. Nel resto della città forti raffiche di vento stanno mettendo in difficoltà i vigili del fuoco per alberi abbattuti e rami pericolanti al rione Cappuccini e sulla statale 16. Anche l'intera provincia di Taranto è stata interessata per tutta la mattinata da un violento nubifragio. I vigili del fuoco hanno ricevuto decine di chiamate e sono al lavoro per allagamenti che hanno interessato in particolare le strade provinciali che dal versante orientale portano in città. Nel capoluogo l'acqua ha allagato alcuni sottopassi; numerose le auto rimaste in panne. Attualmente sulla città e la provincia continua a piovere ma con minore insistenza.
Anche a Bari, dove in prefettura è riunito il comitato della protezione civile per l'esame della situazione, piove con molta insistenza da varie ore: problemi per allagamenti di strade provinciali si registrano nel sud est barese, nei pressi di Gioia del Colle, Noci, Putignano e alle porte del capoluogo.
Il maltempo, in queste ore, sta colpendo pesantemente la città di Brindisi ma soprattutto Francavilla Fontana che, da questa mattina, ha accusato i danni ed i disagi più gravi. A Francavilla Fontana (Brindisi) sono numerosi gli allagamenti: almeno un centinaio sono state le chiamate ai centralini dei vigili del fuoco del paese per le automobili bloccate nelle strade e per l'acqua che ha invaso scantinati e autorimesse. La forte pioggia ha trasformato molte delle vie del centro abitato in fiumi in piena creando difficoltà alla viabilità.
Danni anche nelle località vicine a Francavilla Fontana anche queste invase dall'acqua: alcuni muretti a secco sono stati abbattuti dalla forza dell'acqua che defluiva, allagando i campi coltivati. Per risolvere le situazioni più gravi sono state allertati anche i comandi dei vigili del fuoco di Brindisi per l'invio dei soccorsi.
Si teme che la situazione possa peggiorare ulteriormente visto che nella zona sta ancora piovendo con forza.

MARCHE - La perturbazione che da ieri sera si è spostata sulle Marche sta provocando forti disagi nell'area a Nord di Ancona e in particolare nei comuni di Ancona, Falconara, Chiaravalle, Montemarciano, Camerata Picena e Monte San Vito. Alcuni corsi d'acqua minori stanno esondando. Il Comune di Chiaravalle per motivi precauzionali ha sgomberato diverse scuole.
La Protezione civile segnala che il traffico stradale nella zona nord del capoluogo dorico è notevolmente rallentato per allagamenti locali e piccole frane. Sotto controllo la situazione autostradale.
Fra le stazioni ferroviarie di Ancona e Palombina i treni marciano a vista perché l'acqua ha invaso anche la strada ferrata.
Lungo la Flaminia in uscita a nord di Ancona, nell' area della vecchia frana Barducci, si sono verificati piccoli smottamenti, con fango e terriccio che ostruiscono la sede stradale e costringono auto e tir a marciare a velocità ridotta. Sul posto sono al lavoro vigili urbani, vigili del fuoco, e forze di polizia, per far defluire i veicoli senza incidenti.
Sempre nel capoluogo è stato da poco riaperto il sottopasso di via Macerata, chiuso a causa della pioggia, e allagamenti vengono segnalati nell' area industriale della Baraccola e in piazza Ugo Bassi.

CAMPANIA - L'abbondante pioggia abbattutasi questa notte su gran parte della regione, ha provocato lo straripamento del fiume Sarno nel tratto che attraversa il Comune di Castellammare di Stabia. L'area interessata al fenomeno di estende per circa 200 metri. L'onda di piena ha creato notevoli disagi soprattutto al traffico autostradale. Molte auto infatti sono rimaste bloccate nel fango.
La situazione, fanno sapere dal centro operativo dei vigili del fuoco, è comunque sotto controllo. Il maltempo ha causato qualche problema anche a Napoli dove il violento nubifragio della scorsa notte ha provocato l'allagamento di alcune strade.
Due frane di lieve entità si sono registrate a causa del maltempo a Quindici (Avellino), uno dei Comuni, insieme a Sarno, Siano e Bracigliano, colpiti nel maggio del 1998 da una disastrosa alluvione: a causa delle forti piogge che dalla scorsa notte interessano il Vallo di Lauro, dalla montagna di pizzo d'Alvano sono scesi a valle terriccio e arbusti che però non hanno raggiunto il centro abitato.
La situazione viene monitorata dai tecnici della struttura commissariale per il dissesto idrogeologico, guidati dall'ingegnere Pasquale Fontana e si mantiene in costante contatto con la sala operativa della protezione civile di Avellino.
Nel territorio di Quindici resta comunque lo stato di attenzione: le previsioni del tempo, che in mattinata hanno concesso una tregua, sarebbero destinate a peggiorare a partire dalla serata. Nel resto dell'Irpinia, i maggiori danni causati dalla pioggia si sono verificati a Forino, dove si registrano numerosi allagamenti, e soprattutto a Monteforte, alle porte di Avellino: i Vigili del fuoco sono interventi in periferia, nella zona del campo sportivo, e al centro del paese, dove l'acqua ha lambito i primi piani di alcune abitazioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione