Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 21:40

Ennesimo lavoratore muore all'Ilva

Luciano Di Natale, 55 anni, di origini campane, sarebbe rimasto impigliato in un nastro trasportatore del centro siderurgico di Taranto, restando poi schiacciato
TARANTO - Un operaio è morto a seguito di un infortunio sul lavoro all'Ilva di Taranto. La vittima si chiamava Luciano Di Natale, aveva 55 anni ed era originaria della Campania ma risiedeva da tempo a Taranto con la famiglia.
A quanto si è appreso, era il titolare di una ditta appaltatrice, che intorno alle 18 è rimasto impigliato in un nastro trasportatore, restando schiacciato. L'uomo aveva appena finito di controllare l'esecuzione di alcuni lavori, quando nello scendere da una scaletta metallica, è finito sull'impianto che trasporta il carbone dal parco minerario alla cokeria. Sull'episodio sono state avviate due inchieste, una dell' autorità giudiziaria, l'altra dell'Ispettorato del lavoro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione